Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 24 Novembre 2017

Autonomia, Tosi: "Pd e Toti confusi, unica strada il referendum"

Autonomia, Tosi: `Pd e Toti confusi, unica strada il referendum`

Liguria - "Meglio tardi che mai: anche il Partito Democratico, seppur in ritardo di mesi, si è accorto dell'importanza del tema autonomia in Liguria e delle potenziali risorse che attrarrebbe sul territorio. La proposta del Pd è per certi versi di buon senso e, a differenza di Toti, assolutamente realista sui numeri. Quello che lascia perplessi è l'approccio dei dem al tema, sprezzante nei confronti del referendum e decisi a trattare direttamente col governo, come se le due strade fossero in contraddizione: la partecipazione popolare è sempre una buona cosa e, semmai, rafforzerebbe ulteriormente la posizione della Regione in un eventuale negoziato con Roma sull'autonomia ligure": lo ha spiegato Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione Liguria.

"Evidentemente se il referendum lo propongono loro è una vittoria della democrazia; se lo propone il MoVimento 5 Stelle è demagogia. È ora che il Pd faccia una volta per tutte pace con se stesso: in Veneto e in Lombardia si schiera a favore del referendum, in Liguria e in Emilia Romagna chiede di avviare direttamente una trattativa col governo - ha aggiunto - La Liguria ha bisogno di scelte chiare, trasparenti e coraggiose, non di giochini politici e propaganda. E lo stesso vale per Toti, che nei giorni pari è per il referendum e nei giorni dispari per la trattativa, a seconda di come tira il vento e degli equilibri politici all'interno di una coalizione di centrodestra sempre più lacerata e traballante".

"La nostra proposta di deliberazione per l'indizione di un referendum è nei cassetti della Regione e attende di essere discussa e votata in Consiglio regionale. Siamo pronti a discutere con tutte le forze politiche, a partire dall'ottenere un maggiore gettito fiscale, e quindi più competenza, sui nostri porti - ha proseguito - Risorse e introiti quantificabili in 300-400 milioni di euro che andrebbero reinvestiti subito contro il dissesto idrogeologico, prima e vera emergenza di una regione fragile come la Liguria, e in un secondo tempo sulle infrastrutture necessarie a togliere dall'isolamento la nostra regione, in primis il raddoppio ferroviario a Ponente. Siamo di fronte a un'occasione storica che la Liguria non si può permettere di perdere", ha concluso Tosi.

Venerdì 3 novembre 2017 alle 12:30:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News