Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.05 del 23 Ottobre 2017

Isola del Cantone, Rossetti e Lunardon: "Il centrodestra dice sì al biodigestore"

Isola del Cantone, Rossetti e Lunardon: `Il centrodestra dice sì al biodigestore`

Liguria - "Finalmente il centrodestra ha fatto un po’ di chiarezza sul biodigestore di Isola del Cantone. Come ha confermato questa mattina in aula l’assessore Scajola rispondendo a un precisa interrogazione del Pd, la maggioranza è favorevole all’impianto; magari lo vorrebbe ridimensionare. Ma comunque, diversamente da quanto detto nel corso di varie assemblee pubbliche soprattutto da esponenti della Lega Nord, il centrodestra vuole il biodigestore di Isola del Cantone. Poi certo, per non mettere in imbarazzo gli alleati del Carroccio, Scajola ha precisato che il via libera è stato dato dagli uffici ed è una questione meramente tecnica su cui la Giunta – a suo dire – non può intervenire. Ma allora cosa ci stanno a fare gli amministratori se tutto dipende dagli uffici? Vorrei ricordare che la Giunta Burlando, nonostante il via libera dei tecnici regionali, votò contro il Rigassificatore di Panigaglia e l’intervento non venne realizzato. Si chiama responsabilità politica e chi governa se la deve assumere. Ma il problema è che questa Giunta è a favore del biodigestore, ma non ha il coraggio di dirlo. E la Lega, pur essendo maggioranza della maggioranza, subisce ancora una volta l’autorità di Toti. Vedremo se anche il sindaco Bucci (vicino al Carroccio) darà l’ok all’opera attraverso la Città Metropolitana": lo hanno affermato i consiglieri regionali del Pd Pippo Rossetti e Giovanni Lunardon.

"D’altra parte è proprio su quest’Ente che la Regione sta cercando di scaricare l’onere della verifica della proprietà dell’area su cui il biodigestore dovrebbe sorgere. In un primo momento gli uffici regionali avevano detto di non poter rilasciare l’autorizzazione paesistica per l’impianto senza che venissero trasmessi “atti comprovanti la titolarità degli immobili oggetto di intervento”. Ma poi, a luglio, hanno inspiegabilmente cambiato idea e hanno dato ugualmente il via libera, sostenendo che questa verifica proprietaria spetti alla Città Metropolitana. Recentemente, inoltre, sulla stampa è emerso che la proprietà del sito in cui dovrebbe essere realizzato il biodigestore non è neppure di Energa (la società che aveva presentato la richiesta per realizzare l’impianto) e che l’area è stata acquistata da altri soggetti. Su questo punto Scajola non ha saputo o non ha voluto rispondere", hanno concluso.

Martedì 19 settembre 2017 alle 14:30:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News