Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.15 del 25 Maggio 2017

Medicine non convenzionali, Pastorino: "Manca un accreditamento regionale delle professioni"

Medicine non convenzionali, Pastorino: `Manca un accreditamento regionale delle professioni`

Liguria - "Omeopatia, agopuntura, fitoterapia: le professioni emergenti delle medicine “non convenzionali” non beneficiano di un sistema regionale di accreditamento perché manca un’apposita commissione, prevista dall’accordo Stato-Regioni del 7 febbraio 2013. In Italia la cultura della medicina non convenzionale fa fatica ad affermarsi, eppure sono in molti a usufruirne, me compreso. Un ritardo che va colmato, bisogna attuare il decreto della conferenza Stato-Regioni, in modo da garantire ai cittadini la più ampia libertà di scelta terapeutica, assicurando alto livello di sicurezza e corretta informazione": lo ha dichiarato il consigliere regionale di Rete a Sinistra Gianni Pastorino.

"Il problema è che in Liguria il decreto attende di essere applicato da 4 anni e i termini sono scaduti, mentre molte altre regioni, come Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, lo hanno già recepito. Il percorso è chiaro: prevede l’istituzione di un’apposita commissione, seguita dall’iscrizione dei soggetti accreditati agli ordini provinciali dei medici. Anzi, sappiamo che gli ordini si sono già attivati con elenchi che funzionano da sanatoria fino al 6 febbraio 2017, secondo la procedura espressa dall’accordo Stato-Regioni. Quindi ci chiediamo perché la commissione che valuta la certificazione di qualità dell’esercizio dell’Agopuntura, Fitoterapia e Omeopatia non sia stata ancora nominata: in questa situazione, cosa ne sarà dei medici diplomati dopo il 6 febbraio?".

"L’assessore Viale ha spiegato che nel 2016 la Commissione Nazionale ha lavorato alla revisione della normativa riguardante l’educazione continua in medicina, quindi la regione ha ritenuto opportuno rinnovare la commissione ECM solo dopo la stipula del nuovo accordo Stato-Regioni –ha concluso Pastorino - Partendo dal presupposto che l’accordo Stato-Regioni non si occupa di ECM, ma dei criteri di formazione e validazione dei medici che si occupano di medicine non convenzionali, la stipula è avvenuta lo scorso 6 febbraio quindi la regione continua a essere in ritardo".

Giovedì 16 marzo 2017 alle 16:15:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News