Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.50 del 21 Ottobre 2017

Paita e Lunardon: "Dati dell'economia ligure negativi ma Toti festeggia"

Paita e Lunardon: `Dati dell´economia ligure negativi ma Toti festeggia`

Liguria - "Disoccupazione femminile mai così alta dal 2005 (come conferma nel suo studio recente la Cgil), il turismo che, nonostante i proclami, non riesce a produrre un numero di posti di lavoro rilevante, le enormi difficoltà dei giovani e un tasso di povertà relativa più del doppio della media nazionale delle regioni del Nord Italia. È una fotografia impietosa quella scattata dall’Istat alla Liguria, nel secondo trimestre 2017. Un quadro molto preoccupante, in totale controtendenza con le piccola ripresa nazionale. E Toti festeggia": lo hanno dichiarato consiglieri regionali del Pd Raffaella Paita e Giovanni Lunardon.

Dati - "Per chiarire al governatore che non c’è nulla di cui rallegrarsi analizziamo i numeri. Partiamo dalla questione femminile. Come confermano i dati, rielaborati da Unioncamere e dalla Cgil e diffusi fra oggi e la scorsa settimana, nel secondo trimestre di quest’anno, in Liguria, si contano circa 7 mila inoccupate in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso: una tendenza pericolosamente in crescita, come già avevamo evidenziato nei mesi precedenti. In poche parole da oltre un anno in Liguria la disoccupazione femminile cresce a livelli preoccupanti e inarrestabili".

Settori - "Ma sempre secondo i dati Istat anche il turismo, che dovrebbe essere un settore in forte espansione e da cui ci si attendeva molto, ha avuto una flessione dell’occupazione molto forte (la Cgil parla di un meno 8%, Unioncamere addirittura di un meno 12% rispetto allo stesso periodo del 2016) - hanno proseguito - E poi ci sono i dati sull’occupazione giovanile rilevati direttamente dal Pd. In Liguria i giovani tra i 25 e i 34 anni senza un lavoro erano il 34,5% nel 2015, ma sono diventati il 37,9% nel 2016, contro una media nazionale del 37,8% e una dell’Italia del Nord del 27,1%. Anche l’imprenditoria giovanile soffre molto in Liguria visto che tra il 2015 e il 2016 si è passati dal 6 al 5,7%. Infine i dati sulla povertà relativa: due anni fa la nostra regione aveva un tasso dell’8,5%, l’anno scorso siamo saliti all’11,1% (contro una media nazionale del 10,6 e una del Nord Italia del 5,7%)".

Assunzioni - "Tutti dati che mostrano una preoccupante involuzione della Liguria. Il Partito Democratico, proprio sulla povertà aveva presentato in Consiglio regionale una proposta di legge per integrare il reddito di inclusione e allargare la platea dei beneficiari. Ma il centrodestra ha affossato il provvedimento - hanno aggiunto - Il Governo si prepara, sul fronte dei giovani disoccupati, a lanciare una serie di sgravi fiscali per le nuove assunzioni che saranno al centro della nuova Legge di Stabilità; quindi vorremmo sapere cosa intende fare la Giunta per potenziare queste misure, tramite le proprie competenze. In Liguria, da due anni, mancano una visione e una regia sull’economia. Le imprese chiudono e la Regione resta a guardare - hanno concluso - Su tre grandi questioni come disoccupazione femminile, giovani e povertà cosa intende fare la Giunta Toti per invertire questo trend preoccupante, che appare totalmente ligure?".

Lunedì 18 settembre 2017 alle 16:00:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News