Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.00 del 15 Dicembre 2017

Piano socio sanitario, M5S: "Maggioranza nel caos"

Piano socio sanitario, M5S: `Maggioranza nel caos`

Liguria - "Un provvedimento astratto che non affronta i veri problemi della sanità ligure ma si limita a una semplice dichiarazione di intenti piena di incongruenze e mancanze che rischiano di lasciare fuori dal PSSR interi comuni dello spezzino. Un'occasione persa per far fronte alle vere questioni che interessano la sanità ligure". così il MoVimento 5 Stelle Liguria boccia il Piano Socio-Sanitario Regionale approvato oggi in Commissione Sanità.

"C'è una netta discrepanza all'interno del Piano, in cui si parla genericamente di 'Area metropolitana genovese' senza, tuttavia, nominare mai la Asl 4. In questo modo resta un mistero la sorte dei tre comuni spezzini di Varese Ligure, Carro e Maissana, che rientrano nella Asl 4 ma che di certo non fanno parte dell'area metropolitana genovese. In pratica, per Toti e Viale, è come se non esistessero - spiegano i membri della Commissione Sanità Alice Salvatore, Andrea Melis e Gabriele Pisani - Il timore, condiviso anche da parte della maggioranza, è che possa essere un preludio allo smantellamento della Asl 4 del Tigullio. Prova ne sono l'emendamento Di Paoli e l'emendamento Garibaldi sulla ridefinizione dell'assetto sanitario del Levante genovese, su cui la maggioranza è andata sotto, a causa dei sempre più lampanti malumori di alcuni consiglieri del territorio - proseguono i Cinque Stelle - I distretti socio-sanitari (in cui rientrerebbero i tre comuni spezzini interessati) andavano ridefiniti prima di licenziare il Piano Socio-Sanitario. Invece l'assessore Viale in Commissione ha lasciato chiaramente intendere la volontà di farlo successivamente al PSSR, dimostrando un pressapochismo grossolano e allarmante. È questo il modo di lavorare di Toti e la sua Giunta?"

"Nel Piano non sembra esserci un nesso tra la situazione reale, fotografata dal Libro Bianco della Sanità, e le proposte in ambito di rete ospedaliere e servizi socio-sanitari Manca un serio piano di assunzioni di personale medico e infermieristico che risponda alla cronica carenza di personale e precarietà. Non è chiaro, inoltre, cosa la Regione ha intenzione di fare per mettere il servizio pubblico in grado di competere con il settore privato, alla luce delle privatizzazioni in atto - illustrano ancora i pentastellati - La sensazione – concludono Salvatore, Melis e Pisani - è di trovarsi di fronte a un provvedimento astratto, che dribbla alcuni delle sfide più importanti che la sanità ligure si troverà ad affrontare nei prossimi anni. Per questo, come M5S, abbiamo espresso parere contrario e votato contro il provvedimento in Commissione. Ma siamo pronti a dare battaglia anche in Consiglio regionale con una serie di emendamenti e ordini del giorno migliorativi del testo, affinché si riesca a porre rimedio alle lacune e alle criticità più importanti del PSSR e dare risposte concrete ai cittadini liguri".

Mercoledì 22 novembre 2017 alle 19:00:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News