Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.00 del 16 Dicembre 2017

Tossicodipendenti in carcere, serve più personale sanitario

Tossicodipendenti in carcere, serve più personale sanitario

Liguria - Questa mattina in consiglio regionale il capogruppo di FdI-An e presidente della commissione Sanità della Regione Liguria, Matteo Rosso ha interrogato l’assessore alla sanità ligure sulla possibilità di incrementare il servizio Ser.T all’interno del carcere di Marassi.

Organico - “Il Ser.T è un servizio fondamentale all’interno della struttura, considerando che il 40% dei detenuti è tossicodipendente, ma la pianta organica del servizio è costituita da un medico e due infermieri per circa 280 pazienti detenuti con patologie legate alla dipendenza e un turn-over molto elevato per via degli accessi giornalieri – ha spiegato Rosso - Inoltre il sabato, la domenica e i giorni festivi la copertura del servizio è garantita dal medico di guardia e dalle infermiere dei Ser.T territoriali con turnazioni programmate per la somministrazione del metadone. L’attivazione di percorsi di trattamento strutturati per pazienti detenuti tossicodipendenti/alcoldipendenti riduce il rischio di recidiva nella commissione di nuovi reati ed è quindi estremamente importante potenziare il servizio”.

Replica - Per la giunta ha risposto l’assessore alla Sanità e Sicurezza Sonia Viale che “ha ribadito l’attenzione che deve essere rivolta alla salute dei detenuti ed a il contesto in cui operano gli agenti di polizia penitenziaria. Inoltre ha illustrato nel dettaglio le diverse iniziative messe in campo in questo settore da Asl 3. Tra queste, in particolare, la prossima acquisizione da parte del Sert di un’assistente sociale par time, che si occuperà nello specifico dei problemi di tossicodipendenza”. Viale “ha aggiunto che è in atto una procedura per aumentare le ore di servizio del medico dedicato alle tossicodipendenze, portandole da 24 a 36 e ha puntualizzato che “ruotano” tre infermieri mentre l’Asl agisce in modo coordinato e congiunto con Comune e associazionismo. C’è la continua manifestazione di volontà di promuovere iniziative per le famiglie dei detenuti, che devono essere sostenute, anche per evitare recidive”.

Martedì 21 novembre 2017 alle 18:00:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News