Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.30 del 20 Gennaio 2018

Samp in cerca di riscatto dopo il ko contro il Bologna

Samp in cerca di riscatto dopo il ko contro il Bologna

- Carissimi Amici Blucerchiati, come già era accaduto, la Samp purtroppo si è ripetuta in campionato, e dopo una splendida e fantastica vittoria contro un avversario costruito per navigare nelle prime piazze del torneo, è andata poi nel turno successivo a perdere netto contro di un altro, sulla carta decisamente alla sua portata. Era accaduto ad Udine, è ricapitato a Bologna. Qualcuno ha voluto sottolineare come il Team abbia un ruolino di marcia molto meno proficuo in trasferta... beh, come potere essere in disaccordo, anche se sarebbe ad oggi impossibile pensare di avere vinto tutte le gare fuori... eh sì, perchè al Doria, in casa, non è mai sfuggita una vittoria, nè in Coppa, nè in campionato (ed il Derby era in trasferta...); diciamo però che forse la gara di Verona la si poteva vincere, e che tra Udine e Bologna, uno o due punti si potevano anche fare; la graduatoria è però lì a testimoniare che tutto si deve essere fuorchè scontenti, soprattutto perchè la squadra gioca sempre, o almeno tenta di farlo: anche ad Udine ed a Bologna, o a Milano con l'Inter, dove è stata sfiorata la clamorosa rimonta, la Samp ha avuto grande percentuale di possesso palla, ma non è riuscita ad essere incisiva come tra le mura amiche. Certo, il pubblico marassino è spesso stato determinante trascinatore, però mi chiedo se in qualche occasione, in trasferta, non si potrebbe fare il classico strappo alla regola, e modificare leggermente il sistema di gioco in base alla bisogna. Detto questo, il lavoro del Mister e del suo Staff è un qualcosa di meraviglioso, per come il Gruppo segue il suo Trainer, e per noi che andiamo allo stadio consci che la squadra proverà sempre a dare il cento per cento, a livello di voglia e di dedizione, ed anche perchè, innegabilmente, lo spettacolo offerto dal Team è sempre all'altezza di chi vuole vedere giocare bene al calcio.

I ragazzi hanno però subito saputo tirarsi su dopo la deludente prestazione emiliana: l'occasione è arrivata nel turno interno di Coppa Italia, contro il Pescara di Zeman, compagine che ricalca appieno il credo del coach boemo; giocano aperto, fanno tanti gol, ma ne prendono anche molti; anche ieri gli abruzzesi si sono resi protagonisti di un pirotecnico 3-3 casalingo contro la Ternana: insomma, chi volesse giocare una scommessa sulla squadra del Delfino, andrebbe probabilmente sul sicuro a marcare il segno GOL nelle gare dei biancoazzurri, proprio perchè generalmente segnano sia loro che gli avversari di turno. Come spesso accade, soprattutto nei primi turni della Coppa Nazionale, è scesa in campo una squadra ricca di novità: bisogna dire che la cosiddetta "Sampdoria 2" non si presentava per niente male sulla carta, segno che la dirigenza ha saputo lavorare molto bene, rispetto al passato, nel fornire una rosa decisamente più competitiva al nostro allenatore. Al di là di Tozzo, Ivan e Dodò, mi pare che tutti siano scesi in campo, in Coppa od in Campionato, dall'inizio della stagione; e anche questo mi sembra un bel segnale. Il signor Kownacki ha segnato una doppietta; questo giovanotto, usato per ora con il contagocce (cosa accaduta anche per Schick nel freschissimo passato), segna a ripetizione, ogni volta che lo si mette alla prova, e lo fa contro qualunque avversaria, vedi Inter al Meazza. E' giovanissimo, è solido, vede la porta, e con gli insegnamenti dello Staff, ed il naturale ambientamento... Anche Capezzi ha dimostrato di essere un ottimo giocatore, è piaciuto molto sia nell'impostazione che nell'interdizione; davanti ha Torreira nel ruolo, ma uno così potrebbe servire anche più decentrato, all'occorrenza; bene Verre, bene Caprari, benissimo Puggioni; ottima prestazione anche di Regini, dopo un po' di stop in panca, Praet sembra recuperato; Silvestre impeccabile, Ramirez bravo, anche se a strappi, comunque tecnicamente validissimo; si è rivisto Djuricic, con le sue spiccate doti di saltare l'uomo nell'uno contro uno, e si sono appena intraviste le qualità del giovane Andersen; bella, da sette, la prova di Ricky Alvarez; l'unica nota dolente, ad essere pignoli, è stata la prestazione di Sala, uno che probabilmente potrebbe rendere al meglio se schierato non in terza linea. A proposito di esterni bassi, o terzini fluidificanti, come si diceva una volta: oltre al gettonato Rispoli del Palermo, non vedrei male un ingaggio a gennaio di Zampano, genovese scuola Samp, un giovanotto che corre parecchio e che sa effettuare traversoni in area davvero invitanti. E Fiorillo? A Pescara sta facendo il titolare, ed era in panca: anche lui un giorno, chissà, mutuando le gesta di Puggioni, potrebbe rientrare alla base. Ora la prossima sfida sarà a Firenze, passare il turno porterebbe non solo morale e soddisfazione aggiuntiva, non solo significherebbe percorrere una strada parallela alla conquista dell'Europa, ma ancor più, questa è la mia opinione, partecipare all'assalto di un Trofeo che ha visto la Samp grande protagonista di trionfi o finali conquistate nella sua storia.

Stasera arriva a Marassi la Lazio, un'altra squadra che sta facendo davvero bene alla guida di Simone Inzaghi; nello scorso campionato i biancocelesti romani sono stati coloro che maggiormente hanno impressionato nelle gare contro di noi, ma certamente quest'anno la Samp pare maggiormente attrezzata e convinta dei propri mezzi. Il fortino del Ferraris è ancora imbattuto e, come già si è detto, sino ad oggi tutti gli avversari ci hanno lasciato le penne, a cominciare dall'esordio di Coppa con il Foggia. Riusciranno i nostri eroi a sconfiggere anche gli Aquuilotti capitolini? E' una gara certamente insidiosa e difficile, ma un po' lo sono tutte... Diciamo che per battere la Lazio ci vorrà una grande Sampdoria, nell'atteggiamento e nello spirito e, soprattutto, nella ferocia e nell'agonismo. Una Samp all'inglese, insomma, indomita e decisa più che mai. I primi infortuni stagionali di Strinic e Linetty un po' penalizzano, è normale, ma Giampaolo saprà certamente correre ai ripari nella maniera adeguata. Stasera sarà una battaglia, la Samp in casa ha dimostrato di avere un qualcosa in più; i tifosi faranno, come sempre, la loro importante parte. Stasera si gioca, stasera andrà in scena una grande partita. Esserci, entusiasti ed orgogliosi, e cantare ed incitare a squarciagola. Tutti insieme!

Domenica 3 dicembre 2017 alle 13:00:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News