Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.50 del 20 Gennaio 2018

Arbitri e sfortuna contro il Genoa ma andremo a Napoli per giocarcela

Arbitri e sfortuna contro il Genoa ma andremo a Napoli per giocarcela

- Ci eravamo lasciati dopo la vergogna di Genoa-Milan, diretta da un arbitro premiato, la domenica successiva, con una designazione per incontro di cartello dopo le nefandezze compiute, insomma secondo Braschi e solo per Braschi aveva arbitrato bene, oppure potrebbe darsi che invece il fischietto abbia eseguito il richiesto. Coi tempi di oggi c’è qualcuno sicuro di qualcosa?, non mi sento certamente di scartare nessuna ipotesi. Il fatto è che Genoa-Milan è stata pilotata,pardon, arbitrata indegnamente e l’arbitro non è stato fermato, anzi..poi ognuno la pensa come vuole. Subito dopo andiamo a Firenze e lì l'architetto, il grande stratega, l’arma armata dal “Palazzo”, sempre secondo me, 'manda' Rizzoli, noto (a mio giudizio) 'pilota internazionale' e secondo Voi come poteva finire?. Si lo so qualcuno mi appiopperà l’etichetta di “prevenuto” ebbene io la rigetto e semmai accolgo quella di “venuto prima” nel senso del prevedere con semplicità cosa avverrà, il dramma è che mi spiace registrare che anche sta volta non avevo torto. Sulla carta su Rizzoli ci sarebbe niente da dire se non che, purtroppo spero in tanti ricordino ancora la benevolenza dimostrata nei nostri confronti nel match casalingo, proprio contro i viola, che ci costò la Champions. Bene il Bolognese non si è smentito è riuscito a non vedere nell’occasione del gol di Aquilani il vizio di una  spinta su Granqvist che sarebbe stata sanzionata come fallo pure nel rugby. Ma lui, l’arbitro, non era solo  infatti sia a Palermo e due volte con il Milan  e poi pure a  Firenze il giudice di porta si dimostra  ceco oppure  stava  giocando a “SuperMario Bross” sul cellulare, cose inaudite.
Ieri, apro un inciso che poi riprenderò, Mazzoleni (ancora lui sempre in sella anche dopo quello che combina con ritualità disarmante, l’ultima delle sue gli ha prodotto un esposto denuncia da parte del Pescara) giudice di porta è sveglio eccome e talmente adrenalinizzato da vedere un fallo (di Bovo) che non c’è e di fatto mettere, come da copione, il campo in salita per noi. Il refrain “dei nudi e puri” è che siamo solo sfortunati e che non c'è nulla dietro questi ripetuti torti arbitrali. Sono certo che sicuramente se gli lasciassimo dello spazio aggiungerebbero volentieri,in barba a ogni neurone di un cervello medio dotato, che alla fine dell’anno torti e regali si compenseranno.

Balle atomiche infatti come dicevo nell’ultimo pezzo scritto qui sopra e  oggi  ancora più attuale alla luce di due nuove gare pilotate, a mio parere, abilmente per farci perdere punti. Tanti anni fa frequentavo il quinto anno, in Via Archiraffi a Palermo, di Chimica Pura eravamo rimasti 2 Italiani e un Greco (se mi leggono, cosa che dubito perché Mike Crapanzano mi risulta essere dall'87 alla Texas Instruments e del Greco non ho tracce da 30 e passa anni, li saluto) ebbene mi ricordo che detti  analisi 1, forse era analisi 2 (mah?) di aver studiato il calcolo delle probabilità e l’incrocio con la sistematicità degli eventi. Per quantificare quanto sta avvenendo al Genoa ci sono formule di massima o, come si usava dire una volta, “d’intorno”. Beh fidatevi, non ero un grande studente anche se non tanti erano arrivati li, ma quando gli eventi si perpetuano con sistematicità, la casualità non viene più presa in considerazione e vengono presi in considerazione gli eventi in se e dei  coefficienti  applicati alle variabili, insomma la cosa veniva un attimino studiata e venivano tralasciate casualità e fato. Veniamo al Genoa all’ultimo Genoa ebbene 5 gare arbitrate con errori marchiani e situazioni  giudicate dall’essere “terzo” sempre con decisione di parte avversa al Genoa dimostrano che la sfortuna e l’episodicità non esistono, al contrario esistono fatti chiari e evidenti a tutti, certo a tutti quelli che vogliono vedere, anche magari solo asetticamente, le cose. Ora veniamo da dove parte il tutto e qui io posso fare solo congetture. La fine dell’impero MPS probabilmente creerà qualche problema da quelle parti e temo che chi era in quella città dietro o davanti MPS, la cosa non mi interessa, forse potrebbe trarre giovamento,o un attimo di respiro, dalla permanenza di eccellenze sportive nel loro habitat migliore. Ripeto non lo so, ma mi faccio una domanda e la rigiro anche a voi: era così necessario nominare a designatore un ex fischietto che ha fatto  il DIRETTORE GENERALE NEL SIENA?, voglio dire era l’unico a poter ricalcare quel ruolo? Mah non credo.. Il fatto è che mentre a noi in 5 domeniche  hanno tolto dai 5 agli 8 punti al Siena hanno regalato 2 rigori fuori casa con Genoa e Palermo che hanno fruttato,in scontri diretti, 4 punti. Ah, bene secondo qualcuno (già lo vedo), io farei dietrologia?, bene allora partiamo da Genoa Lazio, ci fischiano contro un rigore che riapre la gara che è VERGOGNOSO alla luce dei rigori che non vengono dati in giro,poi passiamo a Palermo dove non ci viene concesso un rigore sacrosanto….vabbè l’elenco sarebbe lungo e tedioso. Queste cose le lo dico io?. Certo io lo scrivo e rischio nulla, ma lo avete sentito Portanova?,certo molto meno diretto ,molto più preoccupato a non prendere giornate di squalifica ma quando un calciatore dice “vogliamo giocarcela e giocarcela alla pari”…eddaì..esssu. Allora solo colpa degli arbitri?, e i ragazzi allora non ci credono più?. Niente di tutto questo. Andiamo per ordine. Sapere che c’è un nemico alla porta ti mette in condizione di essere preparato, ti senti  solo e indifeso solo se sei una animella ma se hai gli attributi sapere come butta il vento è meglio di venire sempre sorpreso. Io ho capito dove butta il vento e mi pare Portanova lo stesso, quindi entrate come quella di Bovo non ne vanno più fatte perché a noi le fanno pagare e pagare tutte. Poi ci vuole la consapevolezza di essere molto più forti del Siena e più forti del Palermo. Dobbiamo ricordare che una parte di colpa in questa situazione ce l’ha certamente il Genoa ma anche che oggi con Ballardini e gli arrivi di gennaio il Club è attrezzato per fare queste ultime 8 gare a grandissimi livelli e i ragazzi ci devono credere e da come giocano sono certo ci credano. E la fiducia  nei propri mezzi è già moltissimo ma io dico che anche l’essersi accorti di essere nel mirino aiuterà eccome. Nelle mie parole non c’è vittimismo e nel silenzio della società non c’è certamente rassegnazione l’atteggiamento in campo dei ragazzi e la fierezza di chi viene in sala stampa  oltre all’intelligenza e l'ironia di Ballardini indicano di essere padroni della situazione e di aver capito tutto molto bene.
Andremo a Napoli contro l’ennesima squadra in formissima che in fase offensiva  non da punti di riferimento ma che manifesta poca solidità in fase difensiva. Il Napoli fa un 352 molto particolare, perché Hamsik è, di fatto, un  attaccante aggiunto sempre capace di attaccare gli spazi e cercare la profondità, in questo caso purtroppo l'assenza di Manfredini potrebbe farsi sentire, speriamo di no. Sulle fasce hanno due cursori con gamba e forza tutte e due mancini ma Zuniga si è abituato a giocare a destra mentre Maggio sta rientrando in forma dopo mesi di appannamento. Poi dietro Cavani giostreranno Dzemaili, autore ieri di 3 reti di cui una di pregevole fattura e Pandev, probabilmente allargato sulla fascia, vabbè il Napoli lo conoscete è solido a centrocampo e sulle fasce, fortissimo davanti ma perforabile dietro. Noi perderemo,come ho già detto, Manfredini e rientrerà Bertolacci.
La squadra è fatta almeno sulla carta: Granqvist, Portanova  e Moretti quindi o Pisano o Cassani (col Cassani di questi tempi e a Napoli, preferirei Pisano) Antonelli ai lati quindi  ,Kucka e  Matuzalem . Si lo so non ho indicato la mezzala sinistra. Davanti poi credo giocheranno  Betolacci  e Borriello, anche se Immobile ieri mi è piaciuto molto e lo vedrei benissimo partire dalla fascia magari in un 433 con Jankovic  e appunto Borriello. Resta l’enigma della mezzala sinistra. Detto che Antonelli deve forzatamente giocare in fascia  perché è il suo ruolo naturale e  perché li in quella zona  il Napoli è forte ma anche  perché Moretti sarà utilizzato nella 3 difensiva, a  tutto va aggiunta l’assenza di   Vargas, penso che Rigoni potrebbe essere il giocatore giusto per il ruolo di mezzala sinistra ,a Novara giocava e molto bene in quella posizione. Apro un inciso, a me Vargas mezzala sinistra con Antonelli in fascia non piaceva, ma questa è solo una mia opinione .
Certo la tattica conterà ma conterà ancora di più la voglia e l’atteggiamento. Noi, penso, in campo  ci saremo, vedremo se anche il Napoli sarà capace di ripetere Torino e poi appelliamoci ,come pensano i “nudi e puri”alla fortuna, speriamo  che abbiano ragione loro e torto io. Comunque lasciatemi scrivere almeno l’ultimo pensiero. Braschi  dimettiti e porta con te anche l'altro Toscano..tal Nicchi.
Alla prossima 
Roberto Del Ponte

Domenica 31 marzo 2013 alle 22:01:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News