Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 18 Gennaio 2018

Dal paleolitico al paranoico

Dal paleolitico al paranoico

- La dimensione “tempo”, nella sua diffusa idea di linearità, s’impone e si declina in termini evolutivi. Dilata, da un certo punto di vista, lo spazio ideativo dell’uomo, lo proietta oltre gli angusti e frenetici confini in cui ordinariamente deambula.

Malgrado ciò, le nostre arcane origini appaiono ogni giorno, seppur velate e distratte, dinanzi ai nostri occhi, trovandoci spettatori stupefatti od assuefatti, consapevoli od ignari.

La differenza, se la si vuol vedere, sta nella qualità individuale della percezione. Nel saper eventualmente riconoscere la sussistenza e l’intensità di inesorabili dinamiche causa-effetto.

Circa 300.000 anni fa cominciò a prefigurarsi il nostro progenitore più arcaico, l’Homo sapiens. Da allora, le Ere geologiche si sono avvicendate implacabili, adattando e modellando la Terra e l’uomo alle alterne vicende.

Tali epocali passaggi, interpretati e successivamente denominati in chiave moderna, hanno innescato la convinzione di una automatica e costante progressione evolutiva. E sotto certi aspetti, tale evoluzione si è prodotta. A tal proposito, oggi possiamo quantomeno affermare che per scaldarsi, l’uomo, non è più costretto ad utilizzare la selce per accendere il fuoco.

Nondimeno, tale sviluppo trova unica, pomposa, apparente corrispondenza nell’uomo ipertecnologico, presuntuoso simulacro di una contemporaneità fallimentare.

Nonostante che, nel secolo scorso, certi film di fantascienza anticipassero e richiamassero, già nel titolo, un anno 2000 iper-evoluto, svincolato da ogni legge gravitazionale, tale visione è stata bypassata, oggi, da un 2016 ormai trascorso che pare non aver esaudito tale idea roboante di futuro e di sviluppo intellettivo della Specie.

Giocando sulle mera assonanza, se, per comodità, l’ “Età Paleozoica” può identificare l’idea e l’inizio dell’Evoluzione umana, l’ “Età paranoica” può, altrettanto comodamente, identificare lo stato dell’evoluzione contemporanea ed i suoi variopinti effetti.

Effetti improntati alla cultura del sospetto, incentrati sulla mal fidenza, destinati ad ideali irrimediabilmente distanti da una spiritualità che, senza voler assumere toni redentivi, dovrebbe comunque costituire una dimensione indispensabile per contribuire ad una equilibrata idea di futuro. E di uomo.

Domenica 5 marzo 2017 alle 10:40:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News