Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 14.15 del 19 Gennaio 2018

Dimenticare la Roma e i torti arbitrali, stasera c'è da fermare il Milan

Dimenticare la Roma e i torti arbitrali, stasera c´è da fermare il Milan

- Carissimi Amici Blucerchiati, siamo arrivati soltanto alla terza giornata di campionato, ed ecco che, puntualmente, di fronte ad una delle cosiddette grandi, è stato consumata la solita ingiustizia, sotto forma di rigore in pieno recupero, per un cascatone alla Klaus Di Biasi, come si diceva una volta. Non è cambiato niente, non cambierà mai niente; almeno sino a quando non si deciderà di levare il potere esecutivo all'arbitro, in determinate occasioni specifiche, e trarlo dall'imbarazzo (o forse no?), attraverso l'aiuto del monitor del quarto uomo, o di chi per esso, seguendo l'esempio di tanti altri sport, meno elefantiaci e conservativi del calcio. Vogliamo scommettere che le cose migliorerebbero in maniera netta? La storia della sudditanza continua... o, se volete, della incapacità a non farsi coinvolgere emotivamente; certo, l'Olimpico assatanato che esalta, come in un kolossal storico, le gesta del fiero gladiatore, che scende nell'arena ed ottiene la vittoria all'ultimo sangue, deve essere piaciuta anche al sig. Giacomelli, che con grande soddisfazione ha indicato il dischetto: che bravo, eh? E anche alla fine era contento, si vedeva... Bravo anche a fischiare tre volte dopo il gol! Ma si, leviamoci il pensiero, tipo arbitro alla sirena del basket, senza recuperare il tempo per la logica esultanza del pupone sotto la curva, che magari poi poteva succedere che Quagliarella segnava da centrocampo alla ripresa del gioco... Mi viene in mente invece il gol al Torino segnato da Pozzi ed annullato sulla ribattuta del portiere, perché era finito il primo tempo: roba da matti! Ma poi Totti è stato ammonito? Questo non l'ho ancora capito... Alvarez invece sì che è stato lapidato con due turni, quel maramaldo, mentre De Rossi, che si è rivolto verso l'arbitro come un gentleman (!?!), ovviamente non è stato degnato di niun cartellino dall'eccellente direttore di gara, che con lui ha mostrato molta superiorità... E che bravi anche i vari commentatori, a fare battute con Spalletti, ce ne fosse stato uno che avesse detto chiaro e tondo: questo proprio non era rigore, il giocatore si è tuffato, ed in ritardo, ed è caduto anche in maniera innaturale. Niente... Mah! Pensa te cosa sarebbe successo se Budimir fosse andato giù lui: ammonito, sicuramente, quel brigante disonesto! Mi conforta che Paolo Casarin pare si sia espresso in modo opposto da quasi tutti... Il Viperetta si è beccato 5000 euro di multa... Eppure il paragone con Fantozzi, se l'hanno multato per quello, mi sembrava divertente e per nulla maleducato... La storia prosegue, dicevamo... Quando negli anni 70 il grande Luisito Suarez sbarcò a Genova, dopo i trionfi nel Barcellona e nella grande Inter, non si capacitò di come, con la nuova bella maglia della Samp indosso, improvvisamente non poteva più manco aprire la bocca per abbozzare una sillaba, che era immediatamente ammonito; mentre a Milano, sino a qualche mese prima, poteva fare discorsi, ed anche in maniera abbastanza virulenta... Cosa si deve fare... Rimboccarsi le maniche, pensare positivo, perché i ragazzi hanno offerto una ottima prova; la sfiga è stata anche la pioggia, perché qualcosa mi dice che in condizioni normali questa partita l'avremmo anche potuta vincere. E' andata così: Giampaolo sta facendo bene, ma anche in questa occasione sui cambi lo ritengo rivedibile; e poi: insisto dove il dente duole... ma in una gara così, quando c'è da remare, siamo proprio sicuri, signori dirigenti ed avvocato, che Cassano proprio non sarebbe servito? Avete presente un quarto d'oretta in campo, due o tre palloni vomitati via dalla retroguardia, da acchiappare, e difendere, con la palla da nascondere, per prendersi il fallo,per far rifiatare i compagni, per far salire la squadra, e metterci quei venti, trenta preziosissimi secondi per battere la punizione... tutto questo non poteva, in certe occasioni servire? Andiamo avanti... Stasera arriva Montella con il Milan, che tradizionalmente si rivitalizza a Marassi: Alvarez fuori, può darsi che si possa vedere Cigarini, e Praet o Fernandes; servirà una grande prestazione; servirà andare tutti al campo a sostenere la Sampdoria. Si dice che le esperienze negative fortificano, ma a Roma la botta è stata brutta; riprendersi il punto perso, abbattere i rossoneri, darebbe morale e farebbe classifica. Sperando in una direzione arbitrale equa.

Venerdì 16 settembre 2016 alle 10:00:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News