Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 13.42 del 23 Gennaio 2018

Dopo il derby guardiamo avanti, a Livorno per dimostrare le nostre qualità

Dopo il derby guardiamo avanti, a Livorno per dimostrare le nostre qualità

- Abbiamo perso il derby, ma c'è molta roba su cui scrivere da quando ci siamo lasciati qualche settimana fa. E’ finito il mercato abbiamo inanellato tre risultati, uno differente dall’altro in sequenza, vittoria con la disastrata Inter pareggio con una ridimensionata Fiorentina e sconfitta contro una rigenerata, ma sempre poco entusiasmante, Sampdoria. Quale sarà il Genoa vero dei tre? Probabilmente nessuno.
Con l’Inter si è meritatamente vinto mentre a Firenze osando maggiormente e stando più attenti dietro avremmo potuto vincere, con la Samp il risultato pur non essendo un furto è stato veramente sorprendente e per come è venuto, con l’assenza totale di un atteggiamento propositivo nel primo tempo e errori tecnici marchiani da parte di giocatori esperti oltre scelte incomprensibili del tecnico, e per come lo abbiamo subito.
Gasperini, ormai, lo conosciamo bene. Sappiamo essere capace di picchi irraggiungibili e selle altrettanto ripide, certo fortunatamente il Mister ci ha abituato a sbagliare partita raramente e di solito mai con continuità. Quindi del derby parlo poco volentieri visto che abbiamo perso per un errore da principiante del campione Burdisso e per un atteggiamento, nel primo tempo, ingiustificatamente guardingo. Ha avuto ragione il loro allenatore, i derby non si giocano si vincono e in queste poche righe sta tutto l’atteggiamento visto nella gara. Certo Gasp da quando è arrivato ha fatto miracoli e nel complesso ha fatto più che bene e non sarà certo la sconfitta nella stracittadina a fare cambiare idea, sempre a patto che si faccia tesoro degli errori/orrori commessi.
Abbiamo rivitalizzato una formazione con grandi aree deficitarie e una povertà tecnica che la classifica, ora, non rende evidente. Partita appena conclusa giunta alla fine di un mercato povero dove il Genoa ha, secondo il Mister e molti addetti ai lavori, lavorato bene. Condivido infatti la cifra tecnica che sulla carta è aumentata e certamente non ci siamo indeboliti ma abbiamo mantenuto inalterate le zone d'ombra migliorabili esistenti già prima del mercato. E’ evidente che manca un centrocampista capace di ribaltare l’azione, anche con rapide corse verso la trequarti avversaria, e un esterno di attacco capace di saltare l’uomo e o mettere cross invitanti in area o andare a concludere direttamente in porta. Non sono venuti calciatori adatti alla fase d’attacco, magari si è perso troppo tempo dietro Marquinho, fatto sta che pareva si potesse ingaggiare Isaac Cuenca, sarebbe stato un grande colpo, ma o non si è riusciti a convincere società e calciatore o forse non si è voluto portare a casa un prestito secco con il biglietto di ritorno già obliterato. La squadra così com’è non è debole ha dei valori ma conserva le due carenze soprascritte.
Domenica andremo a Livorno, partita che 3 settimane fa poteva sembrare di routine ma che le ultime prestazioni del Livorno con 4 punti in 2 gare e la nostra sconfitta nel derby ci riportano coi piedi in terra e ci invitano alla massima concentrazione. Vero che a Catania il Livorno ha mostrato luci (contropiede efficace e pungente) e ombre (difesa inguardabile) ma è pur sempre una gara da ultima spiaggia, per loro, e ci sarà da stare attenti. La differenza tecnica di squadra è evidente ma oggi, sulla carta non conta più nulla la forza di una squadra va dimostrata in campo.

Alla prossima
Roberto Del Ponte

Martedì 4 febbraio 2014 alle 16:30:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News