Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 23.00 del 20 Agosto 2017

I "salti" nella crescita individuale

I `salti` nella crescita individuale

- Non è sempre detto che si seguano e si rispettino tutti i passaggi del percorso naturale degli eventi. Così, la crescita non avviene sempre in modo lineare ed omogeneo.

Può sempre intervenire un “salto”, una discontinuità funzionale disattesa, a render vana l’attesa.

Per allegorizzare l’ermetico concetto, è come se un frutto acerbo, saldamente appeso ad un ramo, da un giorno all’altro, disattendendo ogni attesa e previsione, passasse in un lampo dalla fase della maturazione alla fase della marcescenza. E lo si trovasse spiaccicato a terra.

Similmente accade quando interviene un “salto” nel percorso della esperienza individuale, che lascia un intimo rammarico, anche in questo caso, per non essere riusciti ad apprezzare la maturità del frutto.

In effetti, è strano e deludente notare che la “maturazione” non é una fase dell’evoluzione fluida e scontata. Ad ogni buon conto, tale discontinuità bene identifica nell’uomo l’esito del suo lungo, tortuoso e tortile percorso evolutivo, a livelli micro o macro, singolo o collettivo.

Non sarà infatti la prima volta né l’ultima che un individuo, disattendendo le fisiologiche credenziali di crescita, salti, più o meno consciamente, la fase matura e mediana del proprio processo ontologico e si ritrovi, d’emblee, in un anticipato stato di marcescenza.

Saltare, mancare un passaggio, da un lato, può consistere in un risparmio di tempo; dall’altro, perlomeno in questo caso, consta deprivazione, carenza individuale, affettiva e sociale non prevista né preferibile. Nondimeno, statisticamente prevedibile.

Tale carenza, va ribadito, non afferisce solo alla singola eccezione, ma riguarda anche, per osmotica virulenza, un contesto di riferimento più esteso ed allargato.

Di questo caso, come di ogni altro, occorre ri-prendere coscienza, giacché in essa va riposto l’eterno presente dell’uomo. Anche se tale coscienza, lasciata sola soletta, credo non potrà compiere miracoli. Perlomeno, non più di quelli compiuti finora.

Domenica 13 agosto 2017 alle 10:30:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News