Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.44 del 22 Gennaio 2018

La“Questione italiana" & e l'idea federalista

La“Questione italiana` & e l´idea federalista

- Rileggendo casualmente alcuni tratteggi di G. Salvemini sulla “Questione meridionale” e collegandoli, a raggiera, ad altri testi e commenti anche più recenti (cit. “Finis Italie” di S. Romano), ne derivo spunti di riflessioni attuali, tutt’ora irrisolti. E tragicamente persistenti nell’annosa tematica del “federalismo”.

Ancor più, quando tale concetto, nel fuggi fuggi mentale e generale, nel bailamme di urla, strepiti e reciproci insulti, pare a tratti afferrabile ed a tratti, per converso, incommensurabilmente distante. Talvolta, persino, in progressivo allontanamento. Il prologo, non sia mai detto, suggerisce prudenza. E ad essa mi attengo nella presente ultrasintetica trattazione.
Fatto sta che, in materia di federalismo, si possono avvertire non poche discrepanze: una percezione tutta personale, che gradirei, ovviamente, venisse sconfessata coi fatti.

Lasciamo ovviamente da parte l’incertezza e la “precarietà” dell’avvio dell’unificazione italiana e le alterne modalità con cui, in allora, vennero distribuite le competenze di livello centrale, sull’iniziale impronta del modello inglese (ibidem). Lasciamo da parte anche il Cattaneo e la sua idea degli Stati Uniti d’Italia.

Lasciamo, in buona sostanza, da parte la Storia più o meno recente, che pur tuttavia ha espresso ed esprime, all’attento osservatore, eloquenti indicatori di risultato.
Nondimeno, l’attuale confusione normativa ed applicativa in ordine al concetto di federalismo, certamente non facilitato dalla irrisolta demarcazione Nord-Sud, non impedisce il suo occasionale recupero, all’occorrenza adattabile a qualsivoglia programma di qualsivoglia schieramento.

Cosicché, la composita “questione italiana” pare, da tempo, stagnare. E se e quando si prova ad trattare questioni di autonomia decentrata, pare di assistere ad “un pranzo offerto alle 8 di mattina”, citando l’amara ironia di G.Salvemini.

In buona sostanza, i preparativi sono in atto: un gran sommovimento di bicchieri, piatti e posate già collocate e ancora da collocare sul desco. Un’imminente agape nella quale, da un minuto all’altro, i commensali potranno trovare posto. Tuttavia, quantomeno in stretti termini di civismo & federalismo, viene il dubbio che non sia la tavola giusta per soddisfare la fame.

Domenica 3 luglio 2016 alle 10:00:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News