Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.00 del 18 Gennaio 2018

La Samp a Cagliari alla ricerca di gol e punti

La Samp a Cagliari alla ricerca di gol e punti

- Carissimi Amici Blucerchiati, la Samp esce con le ossa rotte, a livello di punti, dal dittico con il Milan e con il Bologna. Vorrei ora analizzare una situazione alla volta. Nell'ultimo pezzo scritto, mi lamentavo parecchio dell'arbitraggio del match di Roma, ed anche dell'atteggiamento del direttore di gara; una sconfitta comunque immeritata, con in più la sosta forzata per la pioggia torrenziale che di certo ha penalizzato i nostri; con i rossoneri la squadra ha nuovamente ben giocato, ha tirato molte volte in porta, le è stato annullato ingiustamente un gol valido (grave la chiamata sbagliata da parte dell'assistente), oltre ad un altro per mano di Muriel; c'era un rigore per il Milan, è vero, ma anche uno clamoroso per la Samp; con i se e i ma non si va da nessuna parte, certo è che se ti danno quello che è giusto, la Samp si sarebbe trovata sull'1-0, e poi ne parliamo... Anche il palo di Muriel, in questo senso, grida vendetta; il Milan, un palo di Bacca, ed un gol dello stesso giocatore, che fa gioire un Montella insolitamente partecipativo dalla panchina (si è tolto anche la giacca, in un momento di concitazione), vera sorpresa per tutti noi, abituati a sorrisini e a calma piatta, se ne è tornato a casa con tre punti larghi larghi. Io la partita me la sono vista sul divano, al rientro dal lavoro non mi sentivo molto bene (i virus iniziano ad impazzare), e così ho rinunciato alla Sud: peggio per me, nel senso che ho avuto modo di imbestialirmi ancora di più potendo vedere (e sentire) la gestione della gara, e del dopo gara, su sky; commenti del genre "sì, è vero, bisogna riconoscerlo, il gol era valido, ma poi c'era un rigore per il Milan..."; ah, ecco... allora tutto a posto... Locatelli che abbraccia ripetutamente un blucerchiato in area ce lo siamo sognati tutti... E poi, un solo replay, o due, sull'azione del gol annullato, e poi i commentatori che si dimenticano dell'episodio... Dopo gara con più di mezzora a parlare del Milan, e alla fine, in fondo in fondo, ma sì, la squadra di Milano ha meritato... e che gran gol di Bacca, certo, ma la cappella madornale di Skriniar scivola via, come se fosse stata azione ragionata e preparata... Ma il massimo l'ho potuto apprezzare a distanza di 24 ore: trasmettono gli highligts: arriva anche Samp-Milan: non ci crederete... fanno la breve sintesi e si dimenticano di inserire i due gol annullati !?!?! (il rigore dell Samp era già finito in un buco nero sin da subito...). Ma che bella informazione! Peggio per te, direte voi... Manda la disdetta... Tanto, una più una meno, visto che già in settimana gliene erano arrivate molte per la storia dell'elisione del bel programma di Di Canio (una delle poche trasmissioni ben fatte). Così funziona, evviva l'obiettività. Passiamo al turno successivo, a Bologna: verrebbe da dire... finalmente perdi una gara e tutto sommato te lo meriti... magra consolazione; anche lì, comunque, se c'è da decidere di che colore deve essere un cartellino, l'arbitro non si sbaglia di sicuro, se ci siamo noi nel mezzo (a Bologna, poi...): il rosso a Barreto a 20 minuti dalla fine proprio non ci sta. Giampaolo in terra felsinea sorprende un po', non fa rifiatare nessuno del Team, mentre dietro è costretto a scelte obbligate, vista le assenze forzate di Sala e Pavlovic, la non facile collocazione di Dodò, il non essere ancora pronti (evidentemente) di Krajnc e Amuzie; Regini torna ancora a sinistra, mentre Skriniar, già sfortunato protagonista a Roma e con il Milan, si troverà nuovamente al centro di un episodio determinante in negativo, come il gol di Destro; intendiamoci, non è che giochi una brutta gara, ma nel momento del dunque non gliene gira una bene, come quando mette fuori da pochi passi la conclusione che potrebbe riaprire la gara. Torreira aveva fatto benissimo, è giovane, ed era giusto farlo riposare, al pari di Barreto, ed inserire gli altri, come Cigarini, ad esempio. Il mister ha detto che i cali non sono dettati da un problema fisico, però in questa settimana ha dato un turno di riposo, magari per allentare anche la pressione. Eh, sì, perché se ora vai a perdere anche a Cagliari, addio discorsi sul bel gioco e quant'altro: sarebbe la quarta sconfitta di fila, e questo disturberebbe assai. Bene Praet, ma secondo me, giocando così, è preferibile Alvarez, mentre il giovane talento belga ha tutto per giocare mezz'ala. Alla fine penso: i giovani che sono stati presi sono tutti bravi, nel loro complesso; l'esperienza però è quella che è, e gli alti e bassi appaiono un qualcosa di fisiologico, vedi Pereira, bene a mio avviso con il Milan, male a Bologna. Credo però che la dirigenza, a livello mercato, abbia sbagliato alla fine due cose: prima di tutto, ha sì rinforzato il centrocampo, forse anche troppo, ed anche con qualche giocatore simile nelle caratteristiche e nella ipotetica posizione da tenere sul terreno di gioco (e qui dovrà essere bravissimo Giampaolo a sfruttare al meglio le risorse); in secondo luogo, non è stato considerato a dovere il reparto arretrato, dove uno come Castan serviva come il pane, e dove il Team dà l'impressione di poter prendere gol in qualsiasi momento, ad ogni improvviso ribaltamento o cambio di campo, anche quando pare essere in controllo della partita; infine, aggiungo buon peso, e nessuno lo dice, non è mutato l'equivoco là davanti: esisteva già la stagione passata: la Samp rinuncia a giocare con un vero centroavanti di ruolo: prima c'era Rodriguez, mai visto o quasi, sicuramente non era un fenomeno, però neanche lo possiamo giudicare... Adesso abbiamo preso Budimir, che ad oggi gioca col lanternino. E per fare i punti, nel calcio, bisogna fare gol. Fatemi chiudere con il solito mio inno all'autelesionismo: traduzione, il triste caso Cassano: la società ha spiegato che era incompatibile con il progetto che vuole lanciare i giovani: ma Palombo, e soprattutto Quagliarella sono degli Allievi? Continuo a non capire. Ma questo ormai è un disco rotto. Non ci resta che sperare in una pronta modifica degli eventi in quel di Cagliari: i ragazzi ad oggi hanno raccolto meno di quanto meritato; la società dovrà rimediare a gennaio, ritoccando la difesa. Certo, una vittoria in terra sarda, oggi, sarebbe fondamentale. Non molliamo. Forza!!!

Sabato 24 settembre 2016 alle 20:30:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News