Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.30 del 20 Gennaio 2018

La mente mente. Dannata-mente

La mente mente. Dannata-mente

- Chissà se, partendo dallo scioglilingua proposto nel titolo, riusciremo una buona volta a districarci dal coacervo di “verità” che ci raccontiamo, in cui insiste la fattispecie Junghiana del “non credere a tutto quello che ti racconti”.

In effetti, sarebbe bello se i sentimenti originari ritrovassero nell’uomo adeguato spazio e si rivelassero con giusta intensità e libertà. Uno spazio personale non timoroso sempre di qualcosa, liberato da ipotesi pessimistiche e sgravato da programmazioni a lungo e lunghissimo termine.

Dare seguito alla questione, anche dal punto di vista narrativo, è ardimentoso, tanto quanto lo è riuscire ad intravvedere l’oggettività delle cose. Poiché la “verità” (concetto inesorabilmente aleatorio) richiede, tra l’altro, introiezione del passato, consapevolezza del presente e idea equilibrata del futuro.

Tali caratteristiche latitano, afflitte da ansia paranoide. Afflitte da un eccesso di “ragionevolezza” che impone di escludere scelte incaute, pur tuttavia non potendo evitare di intraprenderne altre, tutto sommato, altrettanto incerte.

L’auto-inganno ci insidia. D’altronde, a dimostrare il fatto che, rispetto agli obiettivi desiderati, gli esiti non siano sempre commisurati e confacenti, c’ha pensato Wundt nell’ “eterogenesi dei fini”.
Per intanto, accontentiamoci di separare le distinte tematiche ed affrontarle una per volta.
E, a tutta prima, cominciamo a comprendere quante volte rinunceremo ad essere noi stessi, immolati sull’altare di incommendabili feticci ed irriferibili eredità.

La mente mente. Ecco perché, in certi momenti, si ha la (erronea) sensazione di poter decidere l’andamento della nostra vita, di riuscire a governarla secondo la direzione voluta. E, più ci addentriamo in tali meandri, più si insinuano variabili da noi indipendenti.

Dannata-mente, il cielo sereno delle probabilità si rabbuia di imprevisti, in una sorte alterna che richiama il Monopoli.

Ma, a differenza del gioco da tavolo, anche potendo tornare indietro, non si potrà più tirare lo stesso dado dalla stessa posizione. E, soprattutto, con lo stesso entusiasmo.
Questa, tra le fandonie che ci raccontiamo giornalmente, è certamente una “verità” da tenere in debito conto.

Domenica 27 novembre 2016 alle 10:00:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News