Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 21 Gennaio 2018

Le provocatorie modalità del silenzio

Le provocatorie modalità del silenzio

- Siamo nell’Era della comunicazione (su tale questione vi sono dubbi, almeno sulla carta). Siamo tutti ubiqui ed inter-connessi da raffinati strumenti, con i quali inter-agire costantemente.

Questa Era, transitoria come tutte, bene connota il “credo” prevalente con cui affrontare il tempo contemporaneo e gli eventi collaterali.

Orbene, fatta la doverosa premessa, viene da chiedersi come si sostanzia questo nuovo “credo”.
Se, davvero, certa invasività tecnologica ipertrofica innerva la libertà, categoria da sempre agognata dall’uomo (quando si accorge di non possederla). O se, invece, ne soffoca lo slancio e si converte nella inesausta stratificazione di (falsi) bisogni.

Comunque sia, questo “credo” pare, talvolta, rivelare una struttura che sconfessa l’apparenza ciarliera della pubblicità ed orientarsi nella realtà del silenzio, possibile tattica di re-azione alle circostanze.

In conformità ad un’idea tracotante, sterile ed alla lunga inconcludente, l’individualità impone una serrata e quotidiana contrapposizione, talvolta frontale, talvolta da posizioni nascoste, di retroguardia. L’insoddisfazione e il disincanto predispongono a ciò, virtualizzando il silenzio come “una modalità dell’essere sonoro” .

Sia come sia, sprezzante o dimessa, la vita tende a ridursi ad una pellicola di film muto. In barba alla globalizzazione ed alla caduta di ogni barriera, la comprensione reciproca pare, in non poche circostanze, necessitare di una lettura labiale, visto che “la condivisione di una lingua non è una condizione né necessaria né sufficiente per la comunicazione” (cit. D.Davidson). E visto che la telepatia non è (ancora) una “app” informaticamente scaricabile.

Tralasciando, in questa sede, considerazioni del tipo “ogni parola è una macchia inutile sul silenzio” (cit. S. Beckett), non si trascuri tuttavia che il “recinto mentale”, in cui pascolano i nostri pensieri, tende a pro-vocare (a chiamar fuori) l’evitamento e l’estraniamento.

In tale condizione, è fatto conseguente e logico trovare rifugio, tra l’altro, nelle pro-vocatorie modalità del silenzio, quando occorre affrontare una situazione non gradita.

Domenica 19 febbraio 2017 alle 10:55:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News