Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.00 del 18 Gennaio 2018

Pronti a partire per la nuova stagione.... Con un Cassano in più?

Pronti a partire per la nuova stagione.... Con un Cassano in più?

- Carissimi Amici Blucerchiati, l'Europeo ha visto una Nazionale che sembrava sul punto di ripagare un poco le sofferenze che noi Supporters del Marinaio avevamo dovuto subire con il Doria, al termine di una stagione nefasta, e soprattutto con un trittico di gare finali, derby incluso, davvero imbarazzanti. Purtroppo i rigori hanno eliminato il volitivo Team di Conte, e dobbiamo comunque dire che l'Italia non ha assolutamente sfigurato in questa manifestazione.

Ma veniamo, come è giusto, a parlare di Sampdoria. Non prima, però, di celebrare una mia splendida amica, Alessandra Bianchi, campionessa regionale e nazionale di Footgolf, questa nuova disciplina che sta ottenendo rapido seguito e successo. Alessandra, valente avvocato genovese, soprannominata Britney, una vaga somiglianza mixata tra la pop star americana (la bionda Spears) e la nostrana Chiabotto, è una ex calciatrice di serie A, che ho avuto la fortuna di allenare nei fantastici anni del mitico Bogliasco Pieve Calcio Femminile. Molto tecnica e completa, è sempre stata dotata di un gran calcio, preciso e potente; sempre insidiosa sulle palle inattive, nel calibrare la gittata e nel dare impulso alla gamba calciante, emulando il principe dei dilettanti, il mitico Balboni, o il re dei professionisti, il cecchino Sinisa, ha tratto vantaggio da questa sua grande virtù, per avvicinare i suoi nuovi e moderni obiettivi, la bandierine e le buche, e per ottenere grandi successi per il suo Club, il Footgolf Liguria. Cosa da non dimenticare, è mooooooltissimo Sampdoriana... e da qui il nostro doveroso omaggio!

Bene, passiamo oltre: dopo una mezza stagione che, oggettivamente, non si può che definire deludente, se non fallimentare, e comunque decisamente sotto le aspettative di tutti gli amanti della Samp, mister Montella ha salutato, e se ne è andato al Milan, con un contratto più gagliardo ed un nuovo salto carrieristico proattivo e premiante. Della serie: chissà se a uno non va tanto bene una annata lavorativa, cosa che può capitare a chiunque: non dico che venga allontanato, eh, ma addirittura premiato! E' da queste cose che si vede come sia ormai indirizzato sui binari della follia il mondo pallonaro. Diciamo che Vincenzo ha fatto i suoi interessi, ed ha rinunciato alla romantica possibilità di far vedere di essere in grado di ottenere un pronto riscatto; ma, al di là di ciò, ragionando, ti rendi conto che la sua scelta alla fine ha accontentato tutte le componenti ; è stato un bene per Montella, per le ragioni sopra esemplificate, per la Samp, perché ha risparmiato un ingaggio non leggero, e per noi Tifosi, per evitare di guastare il ricordo di un Aeroplanino giocatore che tanto ci ha fatto gioire, considerando che, in questo senso, la sua permanenza tanti rischi avrebbe portato, visto che la sua credibilità di Coach vestito di blucerchiato già molti Supporters delusi non faticavano affatto a mettere in discussione.

E veniamo ad oggi, partendo dall'altro ieri. La società punta due potenziali allenatori, Giampaolo e Pioli; non male, direi. La campagna di mercato dovrebbe essere, si pensa, morigerata, anche perché ancora bene non si capisce la potenzialità e l'organizzazione di questo Gruppo Dirigente, né il potere esecutivo di Osti, e dove eccelle la figura dell'avvocato Romei, che sembra davvero il punto di riferimento del Club, anche se ufficialmente non è così. In buona sostanza, è facile prevedere un'altra stagione di lotta e passione: Pioli garantisce esperienza, ha un curriculum solido, si è trovato a dover lottare a Bologna, ed ha vissuto la difficile piazza laziale, con il presidente Lotito sempre nel mirino della critica del tifo; Giampaolo ha fatto bene a Empoli, la squadra ha giocato un ottimo calcio, l'eredità di Sarri è stata da lui ben gestita; il suo curriculum risulta un po' più debole rispetto a quello del collega, oggettivamente. Sono comunque due buoni profili; forse Pioli darebbe più garanzie, in vista di possibili nuovi mari in tempesta; questo sempre sulla carta, a livello di sensazioni; la Tifoseria pare maggiormente schierata verso Pioli. Il Presidente sceglie Giampaolo, per una questione d'istinto. Speriamo abbia ragione lui...

Ok, si parte con gli arrivi di Budimir, di Castan, e la quasi partenza (necessaria) di Fernando, oltre al ritorno di vari prestiti, quali Eramo, Regini, i giovani Torreira, Rocca e Bonazzoli, e la promozione di Ponce... Vuoi vedere che si può far partire la stagione in tranquillità? No, anche stavolta non si può. Dopo l'autorete clamorosa sul Ravano, giusto per fare rima, ecco stagliarsi all'orizzonte un improponibile, a livello di logica, caso Cassano. Viperetta dice che Antonio ha fatto il suo tempo, che non serve, che Giampaolo preferisce far giocare i giovani, ed infatti ad Empoli Maccarone era sempre in tribuna... Non comprendo: Cassano ha un anno di contratto, non si è mai preparato così meticolosamente per arrivare in ritiro in buona condizione, addirittura stando nel peso forma; si capisce che ha voglia di fare una grande stagione; ne viene da un campionato dove, nonostante il certosino impiego, è uno di quelli che è andato meglio; ma poi...la Sampdoria ha a disposizione giocatori del suo livello, attualmente? Cosa dobbiamo pensare? Che debba pagare la lite post derby con Romei? E Giampaolo? Non è ancora arrivato, e non può valutare lui se Cassano serve, oppure no? E Palombo? Anche lui potrà giocarsi le sue carte con il nuovo Mister, oppure è già stato fatto fuori, e dovrà pensare solo ad allenarsi coscienziosamente ed andare un po' a pescare? E Pereira? Giampaolo lo potrà verificare, o bisogna per forza già imprestarlo a qualcuno? E la tifoseria? Il fatto che la maggior parte dei Sostenitori della Samp gradiscano vedere il Novantanove in campo, ed anche che un Tecnico possa fare libere scelte tecnico tattiche, conta qualcosa oppure no? O conta solo fare l'abbonamento, che comunque faranno, che comunque faremo tutti, per l'amore della maglia e della nostra amata Sampdoria?

Il nostro Presidente è un po' che è qui. Dovrebbe aver capito che cosa significa essere Sampdoriani, e che cosa è la Sampdorianità. La stagione scorsa tutti hanno aiutato la Squadra, i nostri Tifosi non si tireranno mai indietro, la sosterranno sempre, e comunque. Però non bisogna tirare troppo la corda, perché la pazienza non è infinita. Partire già con la rogna Cassano è tutto fuorchè una buona idea; e tecnicamente la reputo una mossa assolutamente inspiegabile ed autolesionistica.

La Navicella Blucerchiata è di nuovo partita. Navighiamo a vista. Occhio agli scogli.

Venerdì 8 luglio 2016 alle 20:30:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News