Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.25 del 21 Gennaio 2018

Samp, a Pescara per dare una svolta al momento no

Samp, a Pescara per dare una svolta al momento no

- Carissimi Amici Blucerchiati, impossibile non iniziare ricordando il nostro caro Presidente Paolo Mantovani, in una data, il 14 ottobre, che rammenta un anniversario triste. Il più grande condottiero della Sampdoria, certo, ma forse anche il più grande Presidente di tutti i tempi, come ha sottolineato Roberto Mancini, in senso generale. Le gioie, l'orgoglio, il sentimento di appartenenza, la sportività, la capacità, l'affetto, la sampdorianità, l'educazione, l'esempio... tutto si può ricondurre a lui... che tanto ha dato alla Sampdoria, e tanto ci ha insegnato; ha portato i trionfi, la prima storica Coppa Italia, seguita da altre, la Coppa delle Coppe,lo Scudetto incredibile, la Supercoppa Italiana, e tante, tante Finali... e soprattutto il Trofeo Ravano! Grazie Paolo... per tutto!

La nostra Samp ha rischiato di perdere anche con il Palermo, e davvero sarebbe stata una beffa atroce, ingiusta ed assurda; ci ha salvato Bruno Fernandes, uno che già a Cagliari aveva messo le cose a posto... Nella settimana di stop a causa della Nazionale, Ferrero ha incontrato Giampaolo al Ristorante, e tra un fungo e l'altro pare abbia chiesto i risultati che al Doria mancano: si sa quanto bugiarda sia la graduatoria, tra jella ed errori arbitrali pesantI; è però anche vero che l'autolesionismo da noi appare imperante; è come se in campo si trasferisse quello della campagna acquisti, sbilanciata a favore di un reparto adesso ricco e valente (il centrocampo), a discapito di una retroguardia sottodimensionata, quantitativamente e qualitativamente, e ad un attacco che non segna, e che si permette di tenere in naftalina Antonio Cassano, e non schiera mai l'unica prima punta a disposizione, il croato Ante Budimir, che l'anno passato giocava in serie B, d'accordo, ma che di gol ne ha segnati 18... In campo, si diceva, al minimo errore difensivo, riesci sempre a beccare gol; ma la difesa schiera a destra un giocatore che sino alla scorsa stagione mai aveva giocato in quel ruolo, e al di là di Sivestre, deve continuare ad insistere su Skriniar, che non sembra male, ma forse non è ancora pronto, e che comunque paga dazio severissimo ad ogni incertezza, e con Regini dirottato dal suo posto naturale a quello di esterno sinistro, dove mai ha brillato.

Giampaolo insiste con le sue convinzioni; certamente fa bene, ma domani a Pescara dovrà riuscire a portare a casa i tre punti; non oso pensare ad un'altra sconfitta meritata o meno che sia; poi arriva il derby, e quindi un ciclo, sulla carta da far tremare i polsi. Il calcio può far cambiare opinione, a 360 gradi, da una domenica all'altra. Credo che a gennaio il reparto arretrato vada rinforzato: gli acquisti di Amuzie e di Krajnc (che comunque in passato mi sembra abbia giocato non solo da centrale, ma anche da terzino sinistro...) non penso abbiano fatto sorridere il Mister, che prima di mollare Castan avrebbe fatto bene, a mio avviso, a farsi trovare un sostituto all'altezza, invece di investire su Dodò, che deve smontare e rimontare come si fa con il Lego. Cassano out, lo dico e lo ripeto, completa poi l'autolesionismo di cui parlavo prima.

Non so se nell'anticipo con i biancoazzurri abruzzesi Fernandes giocherà, e neanche se finalmente verrà lanciato Budimir, tanto per avere la soddisfazione di giocare con uno là davanti con le qualità di un centravanti. Non voglio sembrare matusalemme, e citare ancora quel che diceva il Dottore, al secolo Fulvio Bernardini; ma con un buon portiere ed un centravanti si può dire di essere a metà del guado...

E' anche vero che la sorte non ha mai, e dico mai, aiutato la Sampdoria; prima o poi dovrà girare, ma la gara di Pescara potrebbe davvero diventare uno spartiacque decisivo, per la Samp, ma anche per il suo attuale condottiero.

Staremo a vedere: come sempre i Ragazzi non saranno soli, ma penso che mai come nel match contro la squadra del Delfino, tutti i Sampdoriani si posizioneranno sul divano, o con all'orecchio una radiolina, per sperare in un vitale e necessario cambio di tendenza. Auguriamoci di vedere finalmente, sabato attorno alle venti, sorrisi radiosi sul volto dei giocatori blucerchiati. Forza! Non molliamo!!! Avanti Sampdoria...

Venerdì 14 ottobre 2016 alle 23:00:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News