Notizie cronaca genova Liguria News TeleNord Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 17.30 del 20 Gennaio 2018

Samp a un passo dalla salvezza: domani la Lazio al Ferraris

Samp a un passo dalla salvezza: domani la Lazio al Ferraris

- Carissimi Amici Blucerchiati, il trittico ultimo dei nostri beniamini ha prodotto una bella e meritata vittoria con i bianconeri di Udine, una sconfitta amara con strascichi polemici contro il Milan, ed infine un pareggio a Reggio Emilia con il Sassuolo, dai toni epici e salvifici. E domenica, a Marassi arriva la Lazio di Simone Inzaghi, che ha un po' migliorato il trend non positivo dei capitolini, con due successi ed una sconfitta, l'ultima, allo Juventus Stadium. Cosa dire sulle tre partite precedenti... Bene la gara con i friulani, con il rilancio di Muriel, e le giocate sopraffine di Cassano, ma soprattutto la porta inviolata, e tre punti fondamentali, oltretutto conquistati con una delle formazioni più convincenti del momento, grazie alla cura De Canio, che ha portato le zebrette a battere nel giro di sette giorni il grande Napoli e la emergente Fiorentina. Con il Milan è andato purtroppo in scena il solito leitmotiv che accompagna la Samp da inizio stagione: ormai non fa neanche più notizia, e viene quasi a noia ribadirlo, ma in effetti gli errori, o le interpretazioni arbitrali a nostro danno sono sempre in agguato; addirittura il giudice di porta che si intromette tra arbitro e guardalinee, per una situazione che francamente non dovrebbe direttamente chiamarlo in causa, ancora non lo si era visto. Mi direte: dopo che qualche anno fa, a Parma, incredibilmente venne "anestetizzato" un rigore a favore, per fallo, su Daniele Mannini per un consiglio del quarto uomo, che si era avvalso di un monitor, dovremmo noi amanti del Marinaio attenderci di tutto. Ho visto nel frattempo rigori dati ad altri... mi fermo qui, la lista dei penalty non assegnati è lunghissima, le braccia avversarie che sbattono sul pallone anche, mentre Alvarez a Bologna forse si doveva staccare un arto... Con il Sassuolo il Doria si è ritrovato costretto a giocare in inferiorità per gran parte della gara: i nostri hanno combattuto, hanno remato... non hanno giocato bene, ma hanno messo il cuore, questo va detto, hanno interpretato al meglio la partita, da Team che si deve salvare. Emiliano Viviano ha tirato fuori una prestazione da incorniciare, tipo quelle di Battara a Napoli, e l'ha pure impreziosita con il rigore neutralizzato a pochi minuti dal termine. Un punto importante, per la classifica e per il morale; intanto il Milan ha deluso con il Carpi, non andando al di là di uno squallido pareggio interno a reti inviolate. Dando ora una occhiata alla classifica, in tema salvezza, sì, perché ancora il traguardo non lo abbiamo raggiunto, vi è da osservare che: i cugini hanno centrato l'obiettivo, il Toro e l'Empoli non ancora, ma solo matematicamente, visto che ad entrambi basterà collezionare un punticino nelle prossime quattro partite; Atalanta ed Udinese sono a quota 38, poi la Samp, a 37, insieme alla sorpresa Bologna, che è un po' di tempo che annaspa; quindi Carpi, a 32, Frosinone, a 30, e Palermo a 29, con gli amiconi dell'Hellas ormai virtualmente condannati, in coda, a quota 22. Se si dà una sbirciatina anche al calendario si scopre che, per quel che riguarda le ultime sei formazioni in graduatoria (a parte il Verona, che come già detto appare impossibilitato a salvarsi) si può osservare che: la Samp gioca in casa con la Lazio, poi va a Palermo, quindi ha il Derby ed infine le tocca il match esterno con i quasi campioni d'Italia della Juve; Bologna impegnato nel prossimo turno con il Genoa, poi trasferta ad Empoli, in casa con il Milan e ultima partita a Verona con il Chievo; il Carpi affronta in casa l'Empoli, prima di andare a Torino con la Juve, poi tra le mura amiche con la Lazio, e chiusura esterna ad Udine; Frosinone e Palermo si affrontano domenica in un vero e proprio spareggio, mentre nei turni successivi i ciociari giocheranno a San Siro con il Milan, poi al Matusa con il Sassuolo, ed infine l'ultima giornata a Napoli; i siciliani dopo lo scontro a Frosinone giocheranno in casa con la Samp, quindi andranno a Firenze, e chiuderanno davanti ai propri tifosi con il Verona. Se si analizzano i vari impegni di queste compagini, potrebbe sembrare normale che, al di là di tutto, la fatidica quota 40, che già in tempi non sospetti rappresentava il raggiungimento della tranquillità, forse non sarà in effetti la quota realmente necessaria da conquistare, per rimanere in categoria; d'altro canto, credo che raggiungerla significherebbe essere al sicuro al cento per cento, al di là di tanti calcoli e tabelle. Alla Samp resta quindi l'obbligo di fare l'ultimo sforzo, per sorridere finalmente dopo una stagione non propriamente brillante. Vincere con la Lazio significherebbe mettere una serissima ipoteca sull'ottenimento del target; certo, se domenica Frosinone e Palermo si annullassero con un pari, allora la situazione sarebbe ancora migliore per le fuggitive. Bisogna però che la Samp adesso faccia da sola, getti il cuore oltre l'ostacolo, e conquisti la salvezza, con una gara tutta cuore e grinta, attenzione e dedizione; niente veroniche o colpi di tacco, insomma... una partita di quelle alla Iachini, questo ci vorrebbe! La Tifoseria è pronta, si questo successo, lo ha detto anche Montella... Combattiamo tutti uniti, come sempre, per la nostra Sampdoria! E tantissimi auguri al nostro Presidente e alla sua Signora, per la nascita di Giorgio, che farà sicuramente felice anche il fratellino Rocco.

Sabato 23 aprile 2016 alle 20:00:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Notizie Genova






























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News