Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.15 del 26 Aprile 2018

Genoa: manca il gol su palla inattiva però quanti punti sottrattici

Genoa: manca il gol su palla inattiva però quanti punti sottrattici

- Tutto Bene?, insomma

Certo nessuno si sarebbe aspettato un Genoa simile dopo la batosta ingiusta del derby. Ingiusta perché nessuna delle due squadre avrebbe meritato di non perdere e ingiusta perché il gol blucerchiato era pesantemente viziato da irregolarità che l'ennesimo, inneffabile giudice di gara o equipe di giudici di gara ha convalidato. Da quel giorno è successo "qualcosa" e la gara di Parma, arbitrata in maniera indegna e vinta a discapito di tutto e tutti, si è dimostrata la gara della svolta.
Vinciamo a Parma in 10 all'ultimo respiro, una gara dominata. Segue una gara da Agata Christie (indovina chi è l'assassino?) in casa con l'Empoli. Un direttore di gara inadeguato non concede un rigore solare al Genoa e convalida una rete di mano ai toscani, un Genoa non brillante viene fermato più che dall'Empoli da una sestina arbitrale che voglio pensare solamente incapace.
Andiamo a Verona con il Chievo e vinciamo dopo aver fallito un rigore ma anche dopo aver dominato in lungo e in largo, Matri e Pinilla siglano il successo in terra scaligera, che sarebbe il secondo se a Verona con l'Hellas l'arbitro non ci avesse negato un rigore solare dopo aver convalidato la loro rete del pareggio in palese fuorigioco.
Arriva a Marassi lo spauracchio di ogni squadra,gli "Agnelli Boys", gli invincibili. Finalmente un Mazzoleni all'altezza e disputando una gara unica, in Italia, per intensità forza e velocità, vinciamo all'ultimo respiro dopo otto tocchi consecutivi in cui i bianconeri e tutto lo stadio stanno a guardare un incredulo Antonini che spinge con tutta la Nord la palla in porta: è la consacrazione.
Andiamo a Udine e asfaltiamo Di Natale e soci con reti bellissime di Marchese, Matri e Kucka e un gol importantissimo del talento emergente Iago Falque. Arriviamo a ieri. A Cagliari un Genoa meno in palla che al Friuli impatta contro una formazione modesta e impaurita, per sue colpe e per colpe evidenti di un arbitro non all'altezza di campionati professionistici. Delle colpe del Genoa possiamo prenderne atto e fare mea culpa, anche se senza l'intervento di Peruzzo sarebbero state poca cosa nell'economia della gara.
L'arbitro è pessimo, da 3 in pagella, indisponente, incapace e spero in buona fede. Non caccia Conti e non se ne capisce il motivo, da il rigore sempre su Conti ma non ravvisa un precedente fallo su Burdisso e poi nell'indecisione dell'azione di Sturaro gli sventola il rosso. Si mettano d'accordo una volte per tutte, il sampdoriano che la prende di mano e causa in area piccola il rigore pro Milan non viene sanzionato.

Ma degli arbitri e dei punti sottrattici ne parliamo dopo, fermiamoci alle nostre colpe: in fase d'attacco i due esterni, pur bravi (Perotti, con Perin, è il migliore del Genoa sino a ogg)i, non entrano mai in area e non puntano la porta, come fanno, ad esempio, gli esterni del Napoli o El Shaarawy. Perotti ce l'ha nel dna, lo può fare e lo deve fare, poi lo so che sarà da Real Madrid e probabilmente lo perderemo, ma il giocatore ha questi colpi li deve provare. Lestienne, che di primo acchito mi sembrava non avesse fatto bene, ha comunque mostrato grandi potenzialità e pure una certa tecnica. Falque ha spaccato la partita di Udine ed è in grande crescita, ma tutti e tre con Kucka (grande il suo gol di Udine e la traversa di Cagliari) devono dare un apporto in termini di gol maggiore. Dietro quasi perfetti, dobbiamo migliorare la foga al limite dell'area, concediamo troppe punizioni al limite a squadre attrezzate sulle palle inattive.

A proposito di palle inattive, non è possibile in 11 gare non aver sfruttato con una rete nessun calcio d'angolo o punizione. C'è da lavorare.

Capitolo arbitri.

Genoa - Napoli: prendiamo gol al quinto di recupero, quando l'extra time doveva essere al massimo 3 minuti, inoltre vediamo non subire sanzioni Higuain (fallo di reazione su Kucka) e Maggio (intervento plateale da dietro ancora su Kucka).

Fiorentina - Genoa: espulsione per secondo giallo a Roncaglia per "non fallo" su Cuadrado, nel momento in cui la Fiorentina stava accusando grande fatica.

A Verona non ci assegnano un rigore solare e il Verona pareggia in fuorigioco. Nel derby subiamo gol (poi ci hanno detto essere autorete) con 3 giocatori in fuorigioco attivo e due blocchi attivi, gol irregolare detto da tutti.

Giochiamo a Parma e malgrado un arbitraggio assurdo riusciamo a vincere in 10.

Con l'Empoli subiamo il pareggio segnato di mano, lo vede tutta Italia meno che gli ineffabili sei dell'AIA.

Vinciamo tre partite di fila dove gli arbitr,i guarda caso, sono stati perfetti: ma si vede che si volava troppo ed ecco mandare Peruzzo della infallibile sezione di Schio a Cagliari. Credo che al Genoa, ad essere fanatici, manchino 8 punti, mi accontenterei ce ne ridessero 4. Fate voi i conti dove saremmo. Detto questo bravo Genoa bravo Prez ,Gaspe, Milanetto, bravi i ragazzi ma soprattutto bravo Michele Sbravati di cui mi onoro di essere amico e sapere come lavora, lo dico dopo anni che scrivo qua sopra, quindi vale eccome.

Tutto bello e giusto ma, Genoa, lavora su quei 3 aspetti e poi sarai imbattibile.
Alla prossima

Mercoledì 19 novembre 2014 alle 17:00:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News