Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.35 del 20 Aprile 2018

Genoa senza più Perotti ma uniti per la salvezza

Genoa senza più Perotti ma uniti per la salvezza

- Scusate il ritardo . Stavo per scrivere dopo l'incontro con la Viola cose veramente belle e appaganti per come avevo visto esprimersi il Genoa in quella partita, ero pronto a toni ,se non trionfalistici , almeno rassicuranti sull'esito sportivo del nostro campionato e sul divertimento che la squadra avrebbe offerto al suo pubblico e invece nemmeno il tempo di accendere il pc , rasserenarmi per i 2 ,evidenti, punti persi godermi la buonissima prestazione che presagiva un grande girone di ritorno ed ecco l'annuncio " Perotti sul volo Genova Roma" , destinazione Trigoria. Ebbene mi è crollato il soffitto sull'alluce, chiuso il computer con pezzo che stavo per scrivere e meditazione zen per non tirare giù le pareti dove sono appesi dei Bellani , dei Possenti e dei Caselli (quello vero). Due giorni di pausa ,stavo per riprendermi e la sera appena tornato a casa scopro esserci Sassuolo Roma, accendo e vengo rapito per un'ora e mezza, e anche di più , da un giocatore dai piedi fatati da un giocatore che non perde mai la palla che gioca a sinistra ma anche a destra, davanti ma pure a centrocampo o regista davanti la difesa,insomma uno che è il calcio. Ebbene era Perotti con quell'orrida maglia dei centurioni di lingua biforcuta di Sabatini . Ma non era finita mi è toccato pure vedere una discesa sulla destra , dopo anticipo di sottosuola sontuoso, di Perotti che metteva in condizione , non Pandev, l'Egizio di segnare il 2 a 0 finale al Mappei Stadium. Spengo la Tv chiamo Ruben, il mio pigrissimo cocker e mi faccio accompagnare fuori a pisciare , contro i lampioni di una città vuota, sguardo sperso nel vuoto passi da " the walcking dead " e morale in cantina. Ebbene giro sin quando il mio buon Ruben non mi ha riaccompagnato a casa. Ma Il destino cinico e baro non finisce qui, il giorno dopo c'è Juve Genoa, mi ero preso tutti gli impegni possibili per non vederla ma saltano quasi tutti e si sa , l'occasione fa l'uomo ladro e allora alla fine gira che ti rigira tanto il cetriolo finisce...e ....mi ritrovo sul divano a vederla, tra l'altro dando un'occhiata ai nostri sugli spalti dove con la sua mitica maglietta di Floro Flores no di Gilardino no di Paloschi forse quella di Milito o perché no quella di Borriello ah forse quella di Perotti ma certamente non con quella di Pavoletti doveva essere presente uno dei miei affetti più cari . Non giochiamo male , assolutamente no. Abbiamo un giro di palla che assomiglia alla mia mitica Policar della Polistil, 5metri di lunghezza e tracciato a 8 la macchinina girava sempre li, un po' come la palla in nostro possesso nella metà campo Torinese.La porta? Mai vista. Buffon? Non so nemmeno se c'era, però abbiamo tenuto palla abbiamo preso il solito gol su belinata tipica di giocate da prima categoria .Marchiamo , secondo qualcuno, bella figura peccato altri marcano 3 punti ma va bene così. Finito il mercato di Gennaio,un mercato da 6,5 sino alle 18 di domenica scorsa, di colpo su quell'aereo se ne sono andati 1 voto e mezzo. Mercato da 5- che consegna un Genoa più debole un Genoa meno squadra un Genoa senza "l'uomo in banca", senza quello che ogni compagno , soprattutto nei momenti difficili cercava se la palla scottava, la davi a Diego e la stessa era in banca. Perché lo ha fatto Preziosi?, non lo so. Lo condanno?, ma nemmeno per sogno so che sa di calcio e se oggi soffro io lui certamente soffre 2 volte ma, questo non è il discorso che mi interessa, il discorso che mi interessa è che essendo un ragazzino dentro e in testa mi è stato tolto un sogno una voglia di vedere l'intelligenza in campo di vedere quelle movenze di aspettare sapendo che qualcosa si sarebbe inventato. Non ce l'ho con nessuno è che ne ho sempre meno voglia. Poi passerà ma ora è così. Non me ne frega niente che quelli là perdono quasi sempre che hanno il Presidente che patteggia quasi 2 anni di pena o che Perin viaggia in auto senza patente, affari loro sono adulti e vaccinati mi interessa vedere chi giocherà e come giocherà il "mio" Genoa, domani c'è la Lazio una Lazio ben attrezzata davanti molto meno dietro ma sempre temibile. Vediamo di capire che da quart'ultimi ed essendoci indeboliti bisogna vigilare con 50 occhi, almeno.

Venerdì 5 febbraio 2016 alle 22:00:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News