Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 11.30 del 19 Aprile 2018

Genoa/ Siamo Gila-dipendenti, ma il futuro ci sorride

Genoa/ Siamo Gila-dipendenti, ma il futuro ci sorride

Genova - Rieccomi qua. Domenica mi sono gustato un discreto Genoa contro una buona Juventus in una gara che è terminata a reti inviolate ma che mi è piaciuta e che mi ha emozionato per ritmi e bel gioco. Leggo di polemiche da parte Torinese e sorridendo sorvolo. Il motivo del sorriso credo non sfuggirà ai genoani e non solo a quelli più attenti alle cose di campo.
Venendo alla gara posso dire che con un Gilardino dotato di maggior minutaggio nelle gambe avremmo vinto perché il bomber quelle due palle, una su preciso invito di Biondini e l’altra con smacco a Buffon, le avrebbe insaccate. Ed ecco che ci risiamo, un Genoa abbondantemente Gilardino dipendente. Palacio quest’anno e forse non solo, è sicuramente il miglior giocatore del Genoa ma se stiamo attenti vedremo che tatticamente parlando Gilardino è il calciatore di cui questa compagine non può fare a meno, l’ex bomber Viola sposta l’equilibrio della squadra rende, l’area avversaria mortifera e desta preoccupazione al solo sgambettare lì intorno. La Juve è la Juve e ha messo sulla bilancia delle recriminazioni, oltre a quelle arbitrali (ma guarda un po’), anche le assenze di calciatori con cui s’è presentata al Ferraris. Bisognerebbe ricordare alla Vecchia Signora, che credo ultimamente si riveli sempre più vecchiotta o meglio “acida” che Signora, che anche al Genoa mancava qualche effettivo e tralascio di fare notare che forse le assenze in una squadra dotata di minor caratura tecnica incidono maggiormente, se poi a tutto questo aggiungiamo il recupero frettoloso del nostro bomber, gettato nella mischia non ancora al suo massimo di condizione, forse questo punto ottenuto al Ferraris non è da considerarsi proprio alla stregua di una tragedia. Tra l’altro se la compagine di Conte assomiglia di più a un vecchio Genoa (in termini di pareggi) del compianto Professor Scoglio che allarmata di Guardiola (in termini di vittorie) qualcosa vorrà dire e certamente che questa serie infinita di pareggi non è né iniziata né terminata (secondo me) a Genova, quindi vuol dire che pur essendo un’ottima squadra ben preparata e molto equilibrata manca ancora qualcosa per essere forte e vincente. Un inciso, diciamo storico, ricordo che il Proffe, al tempo della nostra pareggite non guidava certo una formazione da scudetto e che in quei campionati la vittoria valeva 2 punti, tant’è che il primo anno di variazione del punteggio assegnato in caso di vittoria, se non ricordo male, retrocedemmo, anche se solo allo spareggio (con 2 punti a vittoria , mi pare, saremmo rimasti in A). Quindi caro illustrissimo Presidente Juventino forse abbassare un poco i toni e essere un pochino più equilibrato non guasterebbe, direi la stessa cosa anche su sponda Milanista, soprattutto ai risultati e alla simpatia della compagine che Lei presiede.
La gara con la Juventus ha anche evidenziato, se pensiamo al Genoa di a Lecce e così via rispetto alle prestazioni del mese precedente, un graduale miglioramento della nostra squadra e non credo sia tutto o solo merito del rientro, anche se a mezzo servizio, del Gila. La Juve è forte equilibrata e lo ha dimostrato anche al Ferraris contro un, ripeto, buon Genoa che se non fosse tale non sarebbe stato capace di rispondere colpo su colpo. Due annotazioni positive:- la prima l’ottimo rendimento di Carvalho, giocatore attento e rapido e che non ha neppure dei brutti piedi insomma una bella sorpresa, si fa per dire. La seconda il premio Maestrelli a Luca Chiappino, riconosciuto come il miglior allenatore Italiano di settore giovanile. Le due cose hanno una loro continuità e danno un’indicazione precisa sulla visone del genoa da parte del nostro Presidente, infatti io penso che il Prez investe nell’immediato ma anche nella ricerca della formazione di quello che dovrà essere in futuro “immediato e all’altezza di campionati importanti.
Alla prossima.

Martedì 13 marzo 2012 alle 20:30:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News