Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.30 del 19 Agosto 2018

Verso il derby/ Sono gli altri a doversi preoccupare

Verso il derby/ Sono gli altri a doversi preoccupare

Genova - Arriviamo al derby in zona retrocessione, addirittura oggi saremmo retrocessi, con cinque sconfitte consecutive sul groppone, frutto della debacle tecnico tattico agonistica manifestata contro la Roma, che ha prodotto il giusto, a mio giudizio, esonero di De Canio e 4 sconfitte consecutive con Gigi Delneri al timone della squadra. Per dire la verità Delneri ha ereditato una squadra ancor più indebolita rispetto al suo predecessore, perché contro la Roma non abbiamo perso solo punti ma anche Borriello cioè il giocatore più rappresentativo e forte a disposizione, che aveva mostrato sino alla gara contro il Napoli di essere indispensabile a questa squadra. Senza il nostro leader abbiamo perso a Milano una gara tutta controllo dove in fase difensiva abbiamo fatto tutto quasi bene, dico quasi perché qualche cosina abbiamo sbagliato pure lì, ma sempre meno del guardialinee che non vede davanti ai propri occhi Abate involarsi in netto fuorigioco. La domenica dopo perdiamo, questa volta in casa, nuovamente 1 a 0 su azione dubbia ma questa volta non c’è discussione tale e tanta si è evidenziata, sul campo, la superiorità della squadra di Della Valle. La gara dopo andiamo a Siena, dove sforniamo una prestazione scoraggiante per la pochezza dimostrata una volta che l’equilibrio veniva rotto da una zuccata di Paci, incolpevolmente lasciato solo a maramaldeggiare sul primo palo. C’era da andare a letto con gli occhi gonfi e non dormire, poi succede quello che non ti aspetti, Delneri, che nel frattempo era riuscito a lavorare una settimana con la squadra (ricordo che in quella del suo insediamento c’era stato il turno infrasettimanale e se giochi ogni 2 giorni di pausa è difficile potersi allenare bene) affrontava il carro armato Napoli con il piglio che abbiamo sempre riconosciuto alla nostra squadra, forza volontà e anche buone trame di gioco, si va in vantaggio 2 volte poi la bravura dei napoletani, qualche nostro errore e mettiamoci pure il buon Rizzoli, che riesce, non so come faccia, a alzare sempre il campo dalla parte dove attacchiamo noi producono una sconfitta per 4 a 2 con due reti degli ospiti marcate in pieno recupero. Punti pesanti persi e l’amarezza monta come la panna, ma non è corretto reagire così. Un uomo di calcio, di sport deve sapere vedere i miglioramenti deve saper capire che questa sta diventando una squadra che prova, finalmente, a giocare e a mettere sul campo le sue idee e convinzioni, e non dimentichiamoci che manca ancora Borriello. Il Presidente ha visto nella sconfitta la differente forza della panchina a disposizione dei 2 tecnici, mi permetto di correggerlo o per lo meno mi permetto di dire la mia, Merkel e Seymour non sono certamente due scartine, tra l’altro Merkel, in campo per meno di 10 minuti, è riuscito a mettere Seymour in condizione di riportarci in vantaggio, il cileno non ce l’ha fatta pazienza si rifarà, con un assist da giocatore vero. Piuttosto in campo si è vista l’assenza di un leader vero, di un centrocampista capace di far ragionare quando serve l’equipe (anche se Tozser prima di uscire aveva fatto bene) e qualche altro tassello che deve essere inserito per migliorare l’equilibrio della squadra, ma soprattutto si è visto che non tutti i giocatori hanno sulle gambe i 90 minuti, fatti con continuità. Della compagine che andremo a affrontare non dico niente e poco mi importano, in chiave Sampdoria-Genoa, partita secca, i risultati da loro ottenuti e ancora meno la drammaticità che si vuole legare a 26 gare dalla fine del campionato a questa sfida. A me interessa rivedere il Genoa di domenica scorsa, magari ancora più concentrato, metterci la forza e la voglia che deve mettere e ha sempre messo nei derby. Poi rientra Marco e forse il Capitano e scusate ma non è poco. Preoccupato? No, penso lo debbano essere altri.

Roberto Del Ponte

Giovedì 15 novembre 2012 alle 20:30:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova






VIDEOGALLERY



























Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News