Il Colombo riceve il Certificato di Aeroporto Europeo

Genova - Il Cristoforo Colombo ha ottenuto la conversione del Certificato di Aeroporto in ottemperanza alle nuove direttive europee. ENAC ha ratificato l’importante riconoscimento, a norma del Regolamento europeo 139/2014, lo scorso 22 dicembre. Questo documento attesta la piena conformità di infrastrutture, organizzazione e procedure aeroportuali rispetto ai requisiti previsti del nuovo regolamento comunitario e conferma l’alto standard operativo dell’aeroporto di Genova.

Requisiti - «La precedente normativa risalente al 2003 (Regolamento per la Costruzione e l’Esercizio degli Aeroporti), prevedeva la Certificazione di aeroporto sulla base dei requisiti previsti dal regolamento nazionale. Con l’entrata in vigore del Regolamento europeo, nel 2014, ENAC ha avviato l’iter di conversione delle certificazioni per i principali aeroporti italiani, verificando il pieno rispetto delle infrastrutture e dell’organizzazione rispetto ai requisiti derivanti della nuova normativa. Il processo di conversione del Certificato di Aeroporto ha richiesto quasi due anni di lavoro, con una costante e proficua collaborazione tra Aeroporto di Genova S.p.A. e la Direzione Operazioni Nord Ovest dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile».

Efficienza - «La conversione del Certificato di Aeroporto sulla base della nuova normativa comunitaria è un importante riconoscimento per la nostra Società – commenta Paolo Odone, Presidente di Aeroporto di Genova S.p.A. – Questo attestato, peraltro conseguito entro i termini previsti, dimostra l’efficienza del Cristoforo Colombo, le cui infrastrutture e procedure operative rispondono ai più alti standard europei. La conversione del Certificato di Aeroporto è il risultato dell’impegno di tutta la struttura e testimonia la qualità della sua organizzazione».

Voli - Il nuovo Certificato di Aeroporto arriva contestualmente all’annuncio di nuovi collegamenti diretti, che nel 2018 porteranno le destinazioni a 40. Tra le novità del prossimo anno figurano Manchester, Copenaghen, Bristol, Mykonos, Lampedusa e Madrid. Grazie agli hub collegati, partendo dall’aeroporto di Genova è possibile raggiungere oltre 600 destinazioni nel mondo con un solo scalo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA