Paganini Day a Monaco di Baviera

Genova - ll primo Paganini Day si svolgerà l'8 marzo 2018, a Monaco di Baviera con un concerto presso il Castello di Nymphenburg, diretto dal Maestro Michele Carulli, in collaborazione con l'Istituto Italiano di cultura della città tedesca.

Il concerto, dal titolo "Paganini e dintorni", sarà un evento unico: inizierà con un quartetto di Paganini per proseguire con altri autori, come Joseph Kreutzer, suo amico e contemporaneo, ricreando l'ambiente musicale tedesco dell'epoca in cui Paganini si esibì in città. E ci svelerà un inedito volto dell'artista che oltre ad essere il virtuoso che tutti conosciamo usava anche intrattenersi nei salotti della borghesia suonando la chitarra, strumento predominante prima dell'avvento del pianoforte e per il quale Paganini compose anche delle opere.

Per l'occasione i brani per chitarra verranno suonati da Michele e Francesco Carulli, discendenti di Ferdinando Carulli, pugliese ma di origine napoletana, considerato il maggior chitarrista al tempo di Paganini e amico del grande violinista a Parigi dove entrambi vissero.
Il concerto nasce da un notevole lavoro di ricerca musicologica grazie alla quale sono state rintracciate nella Biblioteca Nazionale di Monaco di Baviera alcune opere di Carulli mai pubblicate che verranno rappresentate per la prima volta in occasione del Paganini Day di Monaco.

I "Paganini Day" nascono all'interno del progetto European Paganini Route nato con l'intento di valorizzare in Italia e all'estero la figura e l'opera di Niccolò Paganini, riconosciuto in tutto il mondo come il più grande violinista di tutti i tempi e creare un itinerario paganiniano europeo in collaborazione con le Società dei Concerti di La Spezia, dal cui territorio ha avuto origine la famiglia dell'artista, di Genova, dove è nato, e di Parma, dove è sepolto, le quali organizzano con successo da molti anni – da maggio ad ottobre - eventi musicali a lui dedicati: Paganini Guitar Festival (maggio), il Festival paganiniano di Carro (luglio-agosto), Paganini Genova Festival (ottobre).


© RIPRODUZIONE RISERVATA