Sparatoria a Pegli: svelata la dinamica dell'accaduto

Genova - Paura nel pomeriggio nei pressi del campo di allenamento del Genoa, Ballardini è stato costretto ad interrompere l’allenamento dei rossoblù a causa di una sparatoria all’altezza del casello autostradale di Genova-Pegli.

La dinamica - Tre carabinieri sono rimasti feriti, dopo essere stati investiti da un'auto che non si è fermata all'alt. I militari hanno esploso vari colpi di pistola. Le due persone che erano in auto sono fuggite a piedi. E' accaduto sulla rampa di uscita dell'autostrada A10 a Genova-Pegli, a due passi dal centro sportivo del Genoa. La squadra, uditi gli spari, ha sospeso brevemente l'allenamento.

Dinamica - I tre carabinieri feriti sono stati trasportati all'ospedale di Voltri: non sono gravi, sono in codice giallo. I due fuggitivi erano a bordo di una Toyota Yaris risultata rubata. L'auto era seguita dai militari della compagnia di Arenzano fin dall'autostrada. I carabinieri, quando la Yaris è uscita al casello di Pegli, hanno deciso di fermarla. Gli occupanti, quando si sono visti intimare l'alt, prima hanno finto di fermarsi poi hanno accelerato speronando una delle tre vetture dell'arma, su cui c'erano due militari, rimasti feriti. Ferita anche un maresciallo donna che si era avvicinata a piedi ed è stata investita. I militari hanno esploso contro la Yaris una serie di colpi. A questo punto i due hanno abbandonato l'auto e sono fuggiti a piedi


© RIPRODUZIONE RISERVATA