Stasera cani in casa, e occhio alle coccole

Come comportarsi con Fido? Qualche dritta per un sereno San Silvestro a quattro zampe.

Genova - Che fare per tutelare i cani dagli scoppi di fine anno? Per i nostri amici a quattro zampe spesso la notte di San Silvestro è un incubo. Ad ogni boom, orecchie abbassate, coda tra le gambe, panico e la ricerca di un rifugio sicuro. Scene che abbiamo visto tutti. Certo, si può fare qualcosa per rendere la serata più tranquilla agli amati quadrupedi di casa. Tra i tanti consigli sciorinati in questi giorni, ci sono anche quelli assai autorevoli della Squadra cinofili della Polizia di Stato.

Primo comandamento, non lasciare i cani all'aperto. Se l'animale normalmente sta in giardino o sul balcone è meglio portarlo dentro casa. Per la paura i cani possono infatti scappare o lanciarsi dall'alto. E, in casa, suggerisce la Cinofila, è opportuno chiudere finestre e persiane, perché la luce dei giochi pirotecnici - in quanto associata dal cane al rumore - è ulteriore fonte di tensione e paura.

Altra buona norma è tenere il volume della televisione un po' più alto del solito, così che possa attutire i boati che infuriano all'esterno. E poi c'è un tasto dolente: quello delle coccole. Sarebbe opportuno non farle - spiegano dalla Polizia - in quanto il cane le assocerebbe al suo stato di paura. In altre parole, riceverebbe degli umani una sorta di conferma che avere paura è giusto, perché si rimediano coccole - senza che ciò contribuisca a tranquillizzarlo davvero. Una prova titanica, l'indifferenza di fine anno, per la famiglia del quadrupede. E se si nasconde? Meglio lasciarlo dov'è, visto che evidentemente ci si sente al sicuro. Infine un monito: occhio, perché un cane spaventato può trasformare la paura in aggressività.


© RIPRODUZIONE RISERVATA