Tra madonne e prostitute

Genova - C’è da domandarsi se ai pittori fiorentini del ‘500 in mostra fino al 23 marzo alla Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, in pieno centro storico, sarebbero stati felici di vedere esposte le proprie Madonne (per la precisione sono 4 insieme a una Maddalena), tra prostitute all’opera in pieno giorno. Se si fosse trattato di Caravaggio probabilmente sì- e forse sarebbe stato ben contento di usarle come modelle- ma oggi, anche se si espone una ex prostituta come la Maddalena, in una zona che, ironia della sorte, si chiama Maddalena (detta anche “la bella” per riqualificarla), un certo dispiacere si prova.
E si nota anche un notevole stridore estetico tra le “bellezze” in mostra per strada e quelle nel museo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA