Tracciabilità filiera ittica, la battaglia di Coldiretti liguria

Liguria - Primo incontro ieri fra i referenti regionali di Coldiretti Liguria e l’Europarlamentare Renata Briano, vicepresidente della Commissione Pesca del Parlamento Europeo. Nell’incontro, a cui presenziavano il presidente Gerolamo Calleri, il direttore regionale Enzo Pagliano e il direttore provinciale Simone Moroni, la responsabile regionale di Impresa Pesca Liguria Daniela Borriello ha affrontato diverse problematiche che riguardano i pescatori liguri, e non solo. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, si è parlato delle quote tonno, della pesca del bianchetto, della lotta alla pesca illegale, nonché delle difficoltà legate al fermo biologico.

Un argomento oggetto di lunga discussione è stata la modifica della normativa sulla tracciabilità lungo la filiera ittica, una lotta che Coldiretti Liguria ha iniziato a portare avanti circa un anno e mezzo fa. Questo va collegato ad un’azione importante da farsi sulla normativa delle importazioni. L’onorevole Briano, consapevole delle problematiche di cui si è discusso, ha manifestato la sua volontà di fare “rete” e collaborare per essere più forti nel portare avanti le proposte sia con il governo italiano, sia con la Comunità Europea. Per questo Coldiretti Impresa Pesca ha rilasciato un documento in cui vengono sottolineate le problematiche discusse.


© RIPRODUZIONE RISERVATA