Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 18.50 del 23 Agosto 2019

Centro storico, lotta allo spaccio più serrata: tre arresti e centinaia di dosi sequestrate

Centro storico, lotta allo spaccio più serrata: tre arresti e centinaia di dosi sequestrate

Centro - La Polizia di Stato di Genova, nell’ambito di una più ampia attività di contrasto al traffico di stupefacenti in questo centro storico, ha operato 3 arresti in flagranza per spaccio e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

I controlli - Le operazioni hanno interessato in particolare l'area di via di Sottoripa, dove la Squadra Mobile ha arrestato in flagranza un pregiudicato marocchino di 39 anni, irregolare sul T.N., senza fissa dimora e gravato da numerosi precedenti specifici. Lo stesso è stato sorpreso dagli operatori della Sezione Criminalità Diffusa mentre cedeva una dose di hashish ad un minorenne genovese. Da successiva perquisizione, il pusher è stato trovato in possesso di denaro ed ulteriore stupefacente dello stesso tipo.
Poco prima, altro personale della squadra “Falchi” aveva tratto in arresto per detenzione di crack un 56enne genovese ed un 25enne originario del Senegal, irregolare sul T.N.
I due sono stati controllati dopo un pedinamento iniziato nel centro storico e concluso a Sestri Ponente, quando l’automobile sulla quale viaggiavano ha accostato in via Travi. All’interno dell’abitacolo, occultate sotto l’alloggiamento di un altoparlante, sono state rinvenute due piastre di “crack”, per un peso complessivo di oltre 30 grammi ed un totale di oltre 100 dosi. Immediate le perquisizioni presso le abitazioni dei soggetti fermati. Quella a casa dello straniero ha dato esito positivo, consentendo di trovare e sequestrare ulteriori 7 dosi di “crack” già confezionate e pronte per la vendita, il relativo materiale da confezionamento, nonché una cifra in contanti superiore ai 1000 euro, provento dell’attività di spaccio.
Dalle prime indagini è emerso come il complice italiano, titolare di una piccola impresa di pulizie, negli intervalli tra un servizio e l’altro accompagnasse il pusher straniero a svolgere alcune consegne di droga, approfittando della copertura offerta dall’attività professionale e dal veicolo, una Fiat Panda carica di prodotti e strumenti per le pulizie.

Martedì 22 gennaio 2019 alle 13:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News