Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.45 del 20 Novembre 2019

Scontri e fumogeni alla manifestazione antifascista: è caos tra Corvetto e piazza Marsala | Foto

Comizio di CasaPound
Scontri e fumogeni alla manifestazione antifascista: è caos tra Corvetto e piazza Marsala<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/tensione-polizia-manifestanti-691_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span>

Centro - Circa un migliaio di Antifascisti sono scesi in piazza questo pomeriggio per protestare contro il comizio di CasaPound, iniziato intorno alle 18 in piazza Marsala.

La manifestazione - Gli Antifascisti stanno cercando di oltrepassare le barriere, ma gli oltre 300 uomini della polizia stanno continuando a respingerli. Dopo un'iniziale carica degli agenti - con tanto di lancio di lacrimogeni per disperdere la folla che spingeva per entrare in piazza Marsala - la situazione sembrava essersi in parte calmata, ma poco dopo i manifestanti hanno iniziato anche a lanciare oggetti.
Mentre gli Antifascisti insistono con la protesta e i tentativi di avvicinamento, comunque, il comizio di CasaPound - che al momento conta giusto poche decine di persone - prosegue, anche se al momento gli strascichi dei fumogeni continuano a rendere l'aria irrespirabile.
Gli scontri sono proseguiti fino a circa le 19. Per il momento si contano 5 feriti tra Carabinieri e civili: tra questi ultimi solo uno risulta ospedalizzato.
Poco prima delle 20 la manifestazione si è spostata in corteo da piazza Corvetto a Brignole: l'obiettivo a questo punto è arrivare in Questura per chiedere il rilascio dei "compagni" fermati.

«Non c’è stata nessuna reazione ma soltanto attesa. Successivamente è stata esercitata una carica di alleggerimento con lo scopo di liberare la piazza»: così il questore di Genova Vincenzo Ciarambino al termine di una giornata campale con tensione tra manifestanti e polizia in piazza Corvetto. Le cariche hanno provocato feriti e tra questi c’è anche il giornalista di Repubblica Stefano Origone.

Comizi - Ciarambino ha poi aggiunto: «Vietare i comizi? Non si può in campagna elettorale».

Giovedì 23 maggio 2019 alle 20:50:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News