Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.20 del 18 Dicembre 2018

Sottoripa "come nuova": ecco il progetto che porterà il quartiere alla rinascita | Video

Parola d'ordine: "riqualificazione"
Sottoripa `come nuova`: ecco il progetto che porterà il quartiere alla rinascita<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/sottoripa-come-nuova-ecco-il-progetto-che-portera-il-quartiere-alla-rinascita-2091.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Centro - Prosegue il lavoro dell'amministrazione comunale per una Genova sempre più sicura, pulita, vivibile e attrattiva. In questo contesto si inserisce il progetto "Insieme per Sottoripa" promosso dall'assessore alla Sicurezza Stefano Garassino, che ha incaricato l'Ufficio Politiche di Sicurezza Urbana di istituire e coordinare un gruppo di lavoro interistituzionale finalizzato alla riqualificazione dell'area di Sottoripa. I progetti esecutivi dovrebbero partire tra fine gennaio e inizio febbraio e tutti sperano durino il meno possibile: in realtà, però, la cosa fondamentale non è farlo, ma farlo bene.

Sicurezza urbana - «Dopo 8-9 mesi di lavoro siamo finalmente riusciti a definire questo protocollo molto importante, che è anche una sinergia tra i vari assessorati: il mio, quello allo Sviluppo economico di Giancarlo Vinacci, quello al Turismo e al commercio di Paola Bordilli e quello all'ambiente di Matteo Campora (fondamentale per l'intervento di Amiu), nonché con il Municipio Centro Est». Queste le dichiarazioni dell'assessore comunale alla Sicurezza Stefano Garassino, secondo cui «Sottoripa vuole essere anche una sperimentazione per la sicurezza urbana, che - benché io venga visto come uno "sceriffo" - non può essere attuata solo con controlli. Insieme a questi ultimi (indispensabili soprattutto per i livelli di sicurezza percepita e per la zona, porta d'accesso per l'Acquario, una delle più frequentate di Genova) abbiamo sviluppato un'idea per cui Sottoripa debba essere riqualificata anche esteticamente. Chi arriva a Genova e non la conosce arriva e vede sia degrado ambientale, insegne vecchie e illuminazione scarna, che non conferisce certo maggiore sicurezza oltre a persone non esattamente rassicuranti, per lo più dedite all'alcol. Implementando l'illuminazione a led si aumenta sia la sicurezza percepita che la possibilità di controlli, e pulendo serrande, zona circostante e restaurando insegne e corredi vari si implementa anche il senso di civiltà» ha proseguito Garassino «è indubbio, infatti, che una zona sporca tira a sporcare di più, mentre se è pulita è più facile farci attenzione. Dall'anno prossimo si pensa di passare a migliorare un altro buco nero, che è costituito da San Luca e via del Campo». «Ringrazio» conclude l'assessore «anche Ascom, Camera di Commercio, Amiu, Aster, il Civ Ripa Maris, Confcommercio, Confesercenti Liguria e i condòmini e i commercianti della zona, che si sono mostrati molto disponibili per collaborare alla messa in atto del progetto».
In tutto ciò, non va dimenticato che - a seguito del crollo di Ponte Morandi - anche i controlli nell'area interessata hanno dovuto subire un ridimensionamento notevole, a causa del dislocamento delle varie unità della polizia locale per sopperire all'emergenza. Già da gennaio, però, il nucleo vivibilità e decoro verrà ampliato, cosa che permetterà anche un maggiore dispiegamento di forze sul territorio. Alla fine della conferenza di presentazione, Garassino ha poi aggiunto: «Verranno riqualificati poco più di 60 metri, ma è un tratto davvero fondamentale per la città. I civici interessati sono 1-2-3 di Sottoripa, con ben 35 saracinesche e circa 20 metri quadrati di graffiti che verranno puliti e ritinteggiati. I lavori verranno probabilmente iniziati tra fine gennaio e inizio febbraio».

Rinnovamento - «Io sono qua per entrambe le mie deleghe: sia commercio che turismo» afferma Paola Bordilli. «Sottoripa è la porta d'accesso a una parte importante della città: abbiamo già cercato di rinnovarla un anno fa con le parole luminose e, successivamente, con l'ordinanza anti-alcol. In passato abbiamo agito a livello fisico, ma ora vogliamo lavorare in maniera più profonda, per creare realtà sempre più sane. Anche per questo, in occasione delle festività natalizie in piazza Caricamento è stato inserito un punto luce, fondamentale proprio in quest'ottica: la luce serve, e serve lavorare sulle realtà commerciali e sulle insegne. Per queste ragioni, lavoreremo in sinergia con tutti per migliorare la zona di Sottoripa, fulcro e accesso principale del nostro centro storico. Si tratta certamente di un progetto ambizioso, e serve una forte sinergia tra le varie realtà che vivono e amano il territorio per poterlo portare a termine, ma siamo fiduciosi».

Illuminazione - «È un protocollo che impegna 10 soggetti, e il Comune avrà a carico il 77% della spesa: il restante 23% sarà ripartito tra gli altri 9 coinvolti» aggiunge poi Giancarlo Vinacci, impegnato a illustrare la parte più "tecnica" del progetto: «Il totale complessivo degli interventi è di 84.790,73 euro e - come già ribadito dai miei colleghi - in questo contesto abbiamo deciso di puntare molto sulla luce: l'importante illuminazione a led che verrà installata nella zona ne sarà la prova tangibile. Noi abbiamo un centro storico bellissimo, tra i più belli d'Italia e d'Europa: dobbiamo tornare a farlo diventare il punto di forza che era in passato».

Pulizia - «La nostra attenzione è sul centro storico, ma non solo: stiamo monitorando altre aree della città» ha sottolineato Matteo Campora, che con le sue svariate deleghe risulta ancora una volta ben inserito all'interno del progetto in questione. «Amiu è molto attiva nel centro storico, tanto che abbiamo già riqualificato ben 9 ecopunti: è un'area difficile, ma ce la stiamo facendo. Con le mie deleghe mi rapporto molto coi municipi, e il Municipio Centro Est è stato davvero collaborativo. Noi lavoreremo per riqualificare e ripulire il centro storico, e sono sicuro che ce la faremo soprattutto grazie a questa sinergia tra assessorati, municipio, partecipate, commercianti, abitanti e piccole realtà della zona».

Collaborazione - L'ultima parola tocca al presidente del Municipio Centro Est Andrea Carratù, che non nasconde il proprio entusiasmo per l'iniziativa: «Siamo contenti perché stiamo coinvolgendo i cittadini, che sono attori protagonisti, e stavolta stanno rispondendo in maniera davvero positiva. Io ringrazio davvero tutti, non solo per il progetto in sé, per averci creduto davvero, ma anche per la collaborazione con i cittadini che ne è derivata. Auspichiamo che queste sia solo l'inizio: le ordinanze da sole non servono, ma intervenendo anche attivamente al loro fianco sarà tutto più facile».

Giovedì 6 dicembre 2018 alle 13:30:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video

06/12/2018 - Sottoripa "come nuova": ecco il progetto che porterà il quartiere alla rinascita



Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News