Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.20 del 24 Giugno 2018

L'ansia delle cose belle

L´ansia delle cose belle

- Tratteggio ora di questioni sociali minute, spicciole: di piccolo calibro e piccola vaglia. Questioni pressoché inavvertibili ad un occhio distratto e tentato dalle consuete digitazioni assortite del social. Questioni, tipicamente relazionali, che tuttavia esprimono il disagio di una

Società gregaria che stima l’esaudimento della propria felicità in base a parametri omologanti, prevalentemente econometrici.

Non bado, al momento, all’insensata impellenza e dominanza sull’umano delle questioni economiche, che, avviluppate alle spire e spinte consumistiche, paiono installare l’indicatore asettico della “utilità” come unico motore di ogni rel-azione.

Rappresento invece quegli aspetti immateriali che meritano altrettanta, se non maggiore, attenzione e danno un’ impronta precisa e decisa alla qualità della vita.

Pur nelle sue differenti versioni, la Società resta in sé un organismo aggregativo che sempre più risponde ad istanze tendenzialmente uniformate. Tali risposte tendono a mostrare aspetti comuni tra le differenti fasce sociali, nel loro riportare dinamiche disgregate e dissociate, tutte ammantate da una soverchiante sterile nota di indifferenza.

Capita spesso che un individuo, nella inconsapevole ricerca della propria identità, persegua un orientamento comune, agevolato dall’ appiattimento dei gusti e delle tendenze, predate ormai da istanze mercantili oltre i limiti di decenza e totalmente incuranti di distorcenti ed evidenti effetti collaterali.

Ed eccole tutti intorno, nei luoghi di frequentazione a noi più ordinari, talune stranezze, compulsioni, modalità neurotiche, disagiate relazioni, atteggiamenti aggressivi. Tutte simili, senza distinzioni di età, ceto o genere. Pare che le nostre (poche) relazioni con gli altri avvengano essenzialmente con modalità egocentrate e con instabili forme affettive devastate da interessi personali.

E quando, ad esempio, la esposta pubblicità di una palestra precorre l’orrore di mostrarsi in spiaggia “come una pera” (cito testualmente), l’allarme in essa insito si prefigge di richiamare gli intimoriti e potenziali clienti-bagnanti all’urgenza dell’iscrizione.

In ogni circostanza ludica, in ogni cosa bella, calano sempre modalità aggioganti e performanti, in barba al benessere psicologico quotidiano dell’individuo. Nell’assistere alla silente e mercificante mutazione dell’umano in prodotto da esposizione, concludo per coerenza citando quell’ “individualismo atomizzato, compulsivo e cinico-narcisistico della società ipermoderna” (J.Lacan), che intende gli altri (noi tutti, alla resa dei conti), non anche come fine, bensì solo come mezzo.

Domenica 3 settembre 2017 alle 10:35:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News