Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 22.25 del 21 Agosto 2019

«A Genova stiamo aggredendo il tempo per aumentare la differenziata e realizzare gli impianti»

«A Genova stiamo aggredendo il tempo per aumentare la differenziata e realizzare gli impianti»

Genova - «Entro tre o quattro settimane al massimo riusciremo a sapere qualcosa di più sull'impianto di trattamento meccanico biologico che abbiamo in programma di aprire a Genova»: così il presidente di Amiu, Ivan Strozzi, a margine del convegno organizzato a Palazzo della Meridiana “Rifiuti ZERO = CENTO impianti di trattamento”.

Rifiuti - L’iniziativa è stata un'occasione per riunire i principali esperti italiani di impianti e gestione dei rifiuti sul tema della carenza impiantistica, del rapporto con il territorio e della burocrazia che rischia di frenare la crescita dell'economia e del comparto del riciclo. «A Genova siamo in ritardo e stiamo aggredendo il tempo – ha spiegato Ivan Strozzi - Abbiamo riaperto Scarpino con l'impianto di trattamento del percolato, abbiamo in programma l'apertura di un impianto per separare la parte secca da quella umida (TMB) e stiamo intervenendo con progetti per aumentare la raccolta differenziata». Oltre al presidente di Amiu, sono intervenuti Filippo Brandolini (vice presidente Utilitalia), Marco Steardo (vice presidente Fise Assoambiente), Andrea Fluttero (presidente Fise Unicircular) e Monica Tommasi (presidente Amici della Terra). L'apertura dei lavori è stata affidata all'assessore all'Ambiente del Comune di Genova, Matteo Campora e la chiusura al direttore generale di Amiu Tiziana Merlino. Il convegno si è concluso con un appello congiunto di Utilitalia, Fise Assoambiente e Unicircular per modificare l'emendamento “End of waste”, in corso di approvazione definitiva in Parlamento.

Progetti - «Ribadiamo l'insoddisfazione delle imprese e delle associazioni di categoria rispetto all'emendamento in corso di approvazione con lo Sblocca Cantieri – hanno spiegato Brandolini, Steardo e Fluttero - Rifacendosi ad una norma del 1998 l'emendamento non tiene conto dell'evoluzione tecnologica che il settore dei rifiuti ha conosciuto, rischiando di bloccare i progetti in corso e quelli in divenire, pregiudicando la sopravvivenza dei soggetti operanti nel settore». «L'auspicio – hanno concluso le tre associazioni di categoria – è che il Ministero dell'Ambiente e il Parlamento possano intervenire tempestivamente modificando un provvedimento che rischia di frenare la crescita dell'economia circolare e dell'intero comparto del riciclo».

Smaltimento - L'assessore all'Ambiente del Comune di Genova, Matteo Campora, si è soffermato sull'obiettivo “rifiuti zero” per Genova e in generale per tutta l'Italia. «E' un obiettivo su cui lavorare ma alla fine serviranno gli impianti di trattamento così come serviranno quelli di smaltimento perché qualche rifiuto rimane sempre – ha spiegato Campora - Dobbiamo pensare a una sistema che possa funzionare e che dia tranquillità per i prossimi 20 anni, come hanno fatto ad esempio Lombardia ed Emilia Romagna». Al direttore generale di Amiu, Tiziana Merlino le conclusioni del convegno, partendo da un appello alla classe politica: «Dobbiamo approfondire il livello tecnico, ci sono studi, dati e valori che vanno oltre gli slogan semplicistici – ha spiegato Merlino - Occasioni come oggi servono per stimolare il
confronto tra tecnici parlando anche di temi scomodi per il consenso come la costruzione di impianti di trattamento dei rifiuti». «Noi a Genova ci siamo insediati nel luglio 2017 – ha concluso il direttore generale di Amiu – con una situazione di quasi dissesto economico che siamo riusciti a risolvere nel 2018 mettendo in sicurezza l'azienda. Il crollo del ponte ci ha fatto rallentare, ma ora dobbiamo accelerare partendo dalla raccolta dell'umido e da obiettivi più sfidanti come l'impiantistica, per trasformare i rifiuti in opportunità industriale».

Martedì 11 giugno 2019 alle 19:00:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News