Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 18 Luglio 2018

«Mettiamoci in gioco», anche il sindacato stasera in piazza

«Mettiamoci in gioco», anche il sindacato stasera in piazza

Genova - Anche il sindacato stasera in piazza contro il gioco d'azzardo. Cgil, Cisl, Uil, che fanno parte del coordinamento regionale «Mettiamoci in gioco», questa sera alle ore 18 saranno con i cittadini e le associazioni contro l'azzardo a protestare davanti alla Regione per le scelte dilazionatorie che questa amministrazione sta facendo rispetto alle applicazioni delle regole vigenti contro il gioco d'azzardo.

Norme - Il sindacato ricorda «che la Regione si è impegnata in più di una occasione a migliorare la legge esistente, non toccando le conquiste ottenute con la legge del 2012 (conquiste relative alle distanze dei locali da luoghi sensibili) ma individuando ulteriori norme che potessero garantire, senza penalizzare i lavoratori del settore, una correzione del selvaggio ricorso al gioco d'azzardo che, diffusosi in questi anni senza regole, ha provocato un danno economico e sociale di grande portata sia per la salute sia per la nostra economia». Cgil, Cisl, Uil «sono per uno sviluppo economico trasparente e sano che non può appoggiarsi su un mercato che vive per la maggior parte di introiti che rasentano l'illegalità e dove il lavoro non è tutelato dalle norme contrattuali».

Legalità - «Poche sono le situazioni di correttezza e trasparenza che il sindacato conosce in questo settore, mentre esiste un grande mercato illegale di cui non è dato capire la consistenza. E' a questo settore che si deve guardare per costruire norme disincentivanti e di controllo ed emersione che appunto la Regione, come fatto in altre parti d'Italia, si era impegnata a fare. Le dichiarazioni invece che si sono susseguite sulla stampa hanno il sapore di una supina accettazione dell'esistente che non vuole realmente affrontare il problema. Quello che chiediamo è che cittadini e lavoratori non siano presi in giro e che chi deve intervenire lo faccia con consapevolezza e trasparenza».

Lunedì 18 dicembre 2017 alle 13:30:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News