Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 11.20 del 17 Novembre 2019

«Sono qui perché sono il Sindaco di tutti»: quella volta che alla partenza del Pride c'era anche Bucci | Foto | Video

Tra occhiate e strette di mano
«Sono qui perché sono il Sindaco di tutti»: quella volta che alla partenza del Pride c´era anche Bucci<span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/fotogallery/liguria-pride-2019-tra-musica-e-colori-il-corteo-impazza-per-le-vie-del-centro-697_1.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Foto</a></span><span class=´linkFotoA1Articolo´> | <a href=´/videogallery/liguria-pride-2019-un-arcobaleno-da-15mila-persone-per-ricordare-che-genova-e-betterthanthis-2253.aspx´ class=´FotoVideoA1´>Video</a></span>

Genova - Le contestazioni non sono mancate, ma tutte pacifiche e con toni molto sommessi: la visita del Sindaco di Genova Marco Bucci al Liguria Pride ha sortito le reazioni più disparate, ma alla fine la maggior parte dei partecipanti ha deciso di accoglierlo a braccia aperte. E nonostante al suo «sono qui perché sono il Sindaco di tutti» qualcuno - per lo più i membri delle famiglie arcobaleno, che in molti casi ancora oggi non riescono a sentirsi tutelati dalla civica amministrazione - non abbia mancato di rimarcare un «di tutti, ma forse non il nostro», la questione si è chiusa lì, lasciando debito spazio ai festeggiamenti per il Pride.

L'arrivo di Bucci - Il Sindaco di Genova ha fatto la sua comparsa in via San Benedetto intorno alle 15.30 e - dopo una prima tappa con i giornalisti, durante la quale il Consigliere comunale dell'opposizione Gianni Crivello gli ha anche fatto omaggio di un braccialettino arcobaleno (accettato con il sorriso perché, a detta di Bucci, «ho il polso grosso, ma un braccialetto non si nega a nessuno») - si è tranquillamente avviato all'interno del corteo pronto a partire, fermandosi a più riprese a parlare coi partecipanti (non senza una certa iniziale diffidenza da parte degli organizzatori). Dopo non molto, la presidente dell'Associazione Trans di Genova ci ha tenuto a dare al Sindaco il suo benvenuto, mentre poco più avanti - non appena superato uno dei carri del corteo, presso cui Bucci si è fermato a parlare con alcuni manifestanti - una donna, mentre qualcuno gli urlava «vergognati» e altri gli lanciavano qualche sguardo diffidente, gli si è avvicinata porgendogli una ghirlanda colorata, ricevendo come risposta un sorriso e un semplice «non la metto ma la tengo, grazie mille» da parte del Primo cittadino.
La visita di Bucci è durata circa mezz'ora, durante la quale - tra sguardi increduli e strette di mano - la discussione si è infine spostata nuovamente sul patrocinio e sulle famiglie arcobaleno: nel primo caso il Sindaco ha chiaramente affermato che in futuro si potrebbe «cominciare a riparlare del Patrocinio del Pride», mentre nel secondo la sua risposta è stata concisa ma puntuale: «Non appena qualche Deputato a Roma farà approvare la legge e renderà legale la questione, noi sicuramente ci muoveremo».

Domenica 16 giugno 2019 alle 13:30:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Fotogallery

Video

16/06/2019 - Liguria Pride 2019: un arcobaleno da 15mila persone per ricordare che Genova è #betterthanthis



Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News