Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.25 del 20 Luglio 2019

Bahri Jazan, i generatori non partiranno per l'Arabia Saudita: niente presidio

La comunicazione da parte dell'Autorità Portuale durante il presidio davanti a S. Giorgio

"no allo sciopero"
Bahri Jazan, i generatori non partiranno per l´Arabia Saudita: niente presidio

Genova - I generatori destinati all’Arabia Saudita non partiranno a bordo della nave “Bahri Jazan”: l’annuncio è arrivato da parte dell’Autorità Portuale. A corollario di ciò la Cgil ha revocato lo sciopero e il presidio indetto per questa mattina. «Rimarcando l'importante passaggio segnato oggi - ha detto - rimarremo attenti a tutto ciò che avviene nel Porto di Genova e pronti a confrontarci con chiunque voglia essere parte attiva nel migliorare la nostra società».

Protesta - Intanto ieri pomeriggio si è tenuto un presidio davanti a Palazzo San Giorgio dove ha partecipato delegazione del Calp oltre a partiti di sinistra, USB, pacificist, Amnesty International. «Siamo soddisfatti da questa comunicazione - ha detto un rappresentante del collettivo - ma domani monitoreremo che quanto ci è stato detto venga rispettato. Sappiamo che questo non risolve il problema delle armi anche se per la seconda volta il nostro pezzettino lo abbiamo fatto fermando un carico di armi».

Giovedì 20 giugno 2019 alle 06:00:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News