Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 19 Novembre 2018

Capotreno aggredito, Ferrovie dello Stato: «Episodio deplorevole»

Capotreno aggredito, Ferrovie dello Stato: «Episodio deplorevole»

Genova - «Esprimiamo la vicinanza e solidarietà nei confronti del capotreno di Trenitalia aggredito stamani mentre era in servizio sul treno regionale 21142 Genova Brignole - Arquata Scrivia. Ferrovie dello Stato Italiane, condannando con fermezza l’episodio, evidenzia come le azioni adottate negli ultimi mesi a tutela dei viaggiatori e dei propri dipendenti stiano contenendo l'entità di questo grave fenomeno che vede una complessiva diminuzione rispetto al 2017»: così il Gruppo Fs tramite una nota.

Treni - «Giova ricordare l’attività degli speciali pool antievasione con oltre 4.800 treni scortati in Liguria dall’inizio dell’anno. Da tempo operativi su tutto il territorio nazionale, essi svolgono anche un’attività deterrente nei confronti di chi, sorpreso a viaggiare in treno senza regolare biglietto, può abbandonarsi a reazioni scomposte e violente. E’ inoltre operativa in Liguria una speciale procedura svolta con Protezione Aziendale e Polfer per l’individuazione, il monitoraggio e la scorta di circa 20 treni critici a settimana».

Controlli - «A oggi il 38% della flotta dei treni della Direzione Regionali Liguria di Trenitalia è dotata di videosorveglianza “live” (20 treni Vivalto e i 5 nuovi Jazz sui totali 65 treni). Un sistema che sarà esteso entro il 2020 a tutti i treni consentendo la rapida individuazione di eventuali malintenzionati e costituendo, di per sé, un ottimo strumento dissuasivo. Tutti i capitreno della Liguria nel corso di quest’anno e del 2017 hanno ricevuto una specifica formazione professionale per affrontare eventuali situazioni critiche e i loro device sono dotati da agosto scorso di un’app che attiva, in caso di necessità, uno specifico allarme alle Forze dell’Ordine. Stanno inoltre per prendere il via le sperimentazioni di particolari bodycam che, indossate dai capitreno, consentiranno la rapida identificazione di aggressori e molestatori».

Mercoledì 24 ottobre 2018 alle 18:45:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News