Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.00 del 26 Giugno 2019

Consegnati i fondi per i figli delle vittime di ponte Morandi

Consegnati i fondi per i figli delle vittime di ponte Morandi

Genova - Si è svolto questo pomeriggio, alle 18, presso la sede di Ape Confedilizia di Genova, in via XX Settembre, la cerimonia di consegna delle borse di studio ai figli delle vittime del crollo del ponte Morandi. Sono state destinate allo scopo le somme versate da dirigenti, consulenti e soci sia dell’Associazione di Genova che delle Associazioni territoriali italiane di Confedilizia che, con grande generosità, hanno aderito all’iniziativa “Confedilizia per Genova”.

L’incontro è avvenuto alla presenza del vice Sindaco di Genova, Stefano Balleari, dell’assessore ai servizi sociali del Comune di Genova Francesca Fassio, dell’assessore alla sicurezza Stefano Garassino nonché del Presidente Nazionale di Confedilizia Giorgio Spaziani Testa e del vice Presidente Nazionale di Confedilizia Vincenzo Nasini, che è anche numero uno per Genova e provincia. All’incontro saranno presenti anche l’assessore regionale alle Politiche Giovanili Ilaria Cavo e il consigliere delegato per la Città Metropolitana Claudio Garbarino, in rappresentanza delle altre istituzioni territoriali. Sono state annunciate anche alcune iniziative già deliberate di sostegno, assistenza e consulenza da parte dell’Associazione per tutti i proprietari di immobili della Valpolcevera interessati dal crollo, che in particolare riceveranno una card dedicata che permetterà loro di aderire gratuitamente a Confedilizia.

Toccante l’incontro con Emanuel Diaz, fratello di Henry Diaz, giovane universitario genovese e di origine colombiane che non aveva figli ma da molti anni lavorava a favore dei bambini più bisognosi del Paese sudamericano. «Vogliamo dare un segno di rinascita e di fiducia per le nuove generazioni - racconta Nasini – per questo abbiamo voluto evitare di distribuire i contributi dei nostri associati a pioggia, puntando su progetti e percorsi bel definiti. Questo denaro, che è frutto della rande generosità dei nostri soci di tutta Italia, servirà ad aiutare la crescita di alcuni minori e, nel caso del progetto per la Colombia, ad aiutare bambini nell’istruzione, proseguendo quel sogno e quel progetto avviato da una delle vittime».

La memoria di una tragedia ancora tanto vicina, ma anche un segnale di rinascita puntando sulle nuove generazioni. Sono i due elementi che hanno spinto Ape-Confedilizia Genova a raccogliere in tutta Italia fondi per le vittime del Ponte Morandi e decidere poi di utilizzare il denaro raccolto a favore dei figli minori delle vittime del Morandi. Una scelta fortemente voluta dal presidente di Ape-Confedilizia Genova, Vincenzo Nasini, che è anche vice presidente nazionale.

Lunedì 18 febbraio 2019 alle 20:55:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News