Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 12.20 del 18 Luglio 2018

Così la discarica di Scarpino potrebbe tornare

Così la discarica di Scarpino potrebbe tornare

Genova - Dopo aver provato ad inglobare Amiu, Iren torna nuovamente all'attacco e potrebbe siglare con il Comune di Genova un patto che consentirebbe la gestione del trattamento dei rifiuti, senza andare a intaccare il capitale dell'azienda che resta di proprietà di Tursi.

Stando a quanto si legge sulle pagine di Repubblica la multiutility del Nord Ovest starebbe spostando il suo capitale sul versante ligure, vedi l'esempio di Acam a La Spezia, che entra nel perimetro aziendale con il suo impianto di smaltimento "Refos" di cui avrà il 65%.

Questo progetto fa parte di un piano più ampio del sindaco, il quale punta alla riapertura della discarica di Scarpino. Bucci ha spiegato di voler procedere con un project financing, coinvolgendo soggetti privati a farsi avanti per la realizzazione dell`impianto e la sua gestione. Al Comune servirebbe una cifra stimabile in una dozzina di milioni. Ma servono soprattutto nuove autorizzazioni ambientali che possano ridare la possibilità di conferire rifiuti solidi e urbani a Scarpino. Queste hanno il nome di 'Aia', ovvero le "Autorizzazioni integrate ambientali". Poi si dovrà dotare la discarica di quegli impianti che possano garantire una smaltimento in linea con le norme, e serve inoltre il Trattamento Meccanico Biologico (Tmb).

Venerdì 15 dicembre 2017 alle 10:17:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News