Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.45 del 23 Settembre 2018

Demolizione di Ponte Morandi, prevista una perizia in due fasi

Il primo incidente probatorio potrebbe essere portato a termine già a fine settembre, mentre il secondo dovrebbe iniziare ad autunno inoltrato

LE INDAGINI CONTINUANO
Demolizione di Ponte Morandi, prevista una perizia in due fasi

Genova - La Procura ha deciso che l’inchiesta sul crollo di Ponte Morandi dovrà prevedere due fase: la prima è quella richiesta ieri dalla Procura – finalizzata a garantire la rimozione delle macerie e l’analisi delle prove –, mentre la seconda verrà richiesto più avanti e servirà a chiarire le cause del crollo.

Le fasi - Ieri, all’interno della richiesta depositata al giudice per le indagini preliminari, la Procura – per quel che concerne, appunto, la prima fase – ha parlato di quattro attività distinte: la descrizione dello stato attuale dei luoghi e delle cose, l’accertamento delle condizioni di conservazione e manutenzione delle parti del viadotto non crollate e di quelle precipitate e non ancora rimosse, l’individuazione delle modalità di rimozione dei detriti per il campionamento e di conservazione delle parti utili e quella delle modalità di demolizione del ponte. In questo frangente, probabilmente già a fine settembre il gip nominerà un perito, incaricato di effettuare i sopralluoghi del caso, così che verso metà autunno si potrà procedere alla demolizione del ponte.
Nel frattempo la procura chiederà al gip di svolgere un secondo incidente probatorio, questa volta finalizzato a individuare le cause del crollo – cosa che comporterà tempi piuttosto lunghi. In questo modo sarà più semplice sia consentire la demolizione dei due tronconi e di far uscire pian piano la città dall’emergenza che rendere maggiormente accurate le indagini.

Probabilmente nel momento in cui verrà richiesto il secondo incidente probatorio il numero degli indagati sia salito ulteriormente a seguito dell’analisi del resto della documentazione cartacea in mano agli investigatori.

Sabato 8 settembre 2018 alle 19:30:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News