Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 09.45 del 15 Dicembre 2019

Diabete, quasi 40mila a Genova

La diffusione della malattia è quasi raddoppiata negli ultimi trent'anni, sia per una maggiore longevità sia per una diagnosi sempre più precoce.

statistiche impietose
Diabete, quasi 40mila a Genova

Genova - Poche azioni semplici, dieta e stile di vita sano, attività fisica regolare e controlli periodici: sono alcune azioni strategiche per prevenire, almeno in parte, l'insorgenza del diabete e delle sue complicanze. Il diabete mellito è una patologia cronica e complessa, che necessita di un continuo monitoraggio terapeutico, al fine di garantire, non solo un buon controllo dei livelli glicemici, ma anche una riduzione del rischio di sviluppo di complicanze correlate alla malattia.

In Liguria, i dati 2018, evidenziano circa 90.000 pazienti con diabete: 11.009 in Asl 1, 17.193 in Asl 2, 38.715 in Asl 3, 7.538 in Asl4 e 13.185 in Asl 5. La diffusione della malattia è quasi raddoppiata negli ultimi trent'anni, sia per una maggiore longevità sia per una diagnosi sempre più precoce. A crescere è prevalentemente il diabete tipo 2 che rappresenta oltre il 90% dei casi, la cui insorgenza è correlata alla presenza, oltre che di fattori ereditari, anche di fattori quali obesità, sovrappeso e sedentarietà.

«Essendo il diabete una malattia cronica e associata a complicanze, è di particolare importanza, quindi, effettuare una diagnosi precoce e ancor più intervenire in modo tempestivo, in primo luogo con le modifiche dello stile di vita, successivamente con una terapia farmacologia efficace - sottolinea Enrico Torre, direttore S.S. Dipartimentale Endocrinologia, Diabetologia e Malattie metaboliche di Asl 3 - Oggi abbiamo a disposizione un'ampia scelta di terapie per la cura del diabete, alcune di esse innovative perché efficaci, con un basso rischio ipoglicemico e con una comprovata azione protettiva a livello cardio-renale, in grado quindi di poter intervenire opportunamente sulla storia della malattia» conclude Torre.

«Dal prossimo anno, per la prima volta, Regione Liguria attiverà, prima in Asl 3 e poi in tutta la Liguria, la distribuzione dei presidi per i pazienti affetti da diabete nelle farmacie convenzionate - ricorda Sonia Viale, vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria – In questo modo, i pazienti diabetici liguri che beneficeranno della nuova misura, potranno ritirare il materiale "sotto casa", non più solo nei 26 centri di distribuzione diretta sul territorio ligure ma nelle 590 farmacie convenzionate. Attraverso un modello di sanità a km zero, sarà possibile raggiungere sempre di più l'obiettivo primario di produrre salute, riducendo i costi sociali e favorendo l'accesso e l'aderenza alle terapie» conclude Viale.

Giovedì 14 novembre 2019 alle 16:45:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News