Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 21.45 del 21 Aprile 2019

Elogia i Fasci di combattimento su Facebook, ma Anpi non ci sta: «Bucci prenda provvedimenti»

La polemica
Elogia i Fasci di combattimento su Facebook, ma Anpi non ci sta: «Bucci prenda provvedimenti»

Genova - «...100 anni fa, chi non accettò una vittoria mutilata che offese la Patria, decise che fosse necessario unire le forze più dinamiche della società e nacque la più audace, la più originale e la piu mediterranea ed europea delle idee!». Questo il commento postato sabato pomeriggio dal consigliere municipale della Lega Igor D'Onofrio in occasione del centenario dalla nascita dei fasci di combattimento, arrivando addirittura a parlare del Fascismo come della «storia con la S maiuscola».

La polemica - Dopo le pubblicazioni - di dubbio gusto - sui social del consigliere del Municipio VIII Medio Levante, le risposte indignate non sono certamente state poche. La stessa Anpi in primis si è subito mossa contro il consigliere, arrivando ad esortare lo stesso sindaco a dissociarsi pubblicamente da quelle parole. «Infame è chi pensa impunemente di inneggiare al fascismo» incalza infatti Anpi in un comunicato «e non certo gli antifascisti che condannano gli sconcertanti omaggi al centenario della fondazione dei fasci di combattimento, come piace pensare al consigliere municipale del Medio levante Igor D’Onofrio, eletto con la Lega e vicino all'estrema destra. Tutto questo è inaccettabile». «Non vogliamo doverle ripetere, ogni pochi giorni, quali sono i doveri del suo ruolo in una città Medaglia d’oro della Resistenza e in un paese che grazie a quella Resistenza permette anche a personaggi squallidi di esprimere concetti inaccettabili» scrive poi Anpi, rivolgendosi direttamente al primo cittadino genovese: «Le chiediamo, una volta per tutte, a nome di tutti i democratici e gli antifascisti genovesi, di dire apertamente a tutta la città e agli eletti che sostengono la sua amministrazione, come non ci possa né debba essere alcuna tolleranza verso chi insulta il suo stesso paese e la storia».







Giovedì 28 marzo 2019 alle 18:00:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News