Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.10 del 26 Maggio 2018

Genova e la Liberazione, ecco cosa è successo 73 anni fa

ITALIA LIBERA
Genova e la Liberazione, ecco cosa è successo 73 anni fa

Genova - «Cittadini, lavoratori! Sciopero generale contro l'occupazione tedesca, contro la guerra fascista, per la salvezza delle nostre terre, delle nostre case, delle nostre officine. Come a Genova e a Torino, ponete i tedeschi di fronte al dilemma, arrendersi o perire» : è il 25 aprile del 1945, questo il proclama del Comitato di Liberazione Alta Italia da cui parte la riscossa nazionale dopo la catastrofe nazifascista. E' per ricordare questo evento che, dal 1946, il nostro Paese celebra il 25 aprile, divenuta festa nazionale con decreto legislativo dell'allora luogotenente del Regno d'Italia, il Principe Umberto.

Liberazione - Questa giornata è l'apice della Resistenza. Genova, medaglia d'oro al valor militare, aveva anticipato il 25 aprile: il 23, con uno scatto che fu un esempio per il resto dell'Italia del nord ancora occupata, ordinò l'insurrezione. A nulla valse la minaccia tedesca di bombardare la città. La mattina del 24 cominciano le prime raffiche di mitra: si combatte duramente in piazza De Ferrari. Sestri Ponente, Cornigliano, Pontedecimo, Bolzaneto, Rivarolo, Quarto, Quinto cadono in mani partigiane. Gli americani sbarcano alla Spezia, sono ancora troppo lontani. Il 25 aprile la battaglia riprende all'alba: cadono il Castello Raggio e i presidi di Voltri e Prà. Alle 19.30 il generale Meinhold, comandante delle forze tedesche in città, firma la resa. Genova è libera. Quattro giorni più tardi, il 29 aprile, i tedeschi firmeranno la resa totale: è la fine della Campagna d'Italia dei nazisti. In quello stesso giorno i corpi di Mussolini e della sua amante, Claretta Petacci, vengono esposti alla pubblica gogna a Milano, in piazzale Loreto.
Il giorno successivo, il 30 aprile, Adolf Hitler si suicida nel suo bunker di Berlino assieme ad Eva Braun. E' la fine dell'incubo per l'Europa. Per l'Italia sarà proprio l'impegno dei partigiani a rendere meno duro il dopo guerra: Alcide De Gasperi potrà rivendicare, nella conferenza di pace di Parigi, l'impegno antifascista dell'Italia. Per questo, al di là di ogni retorica e rilettura politica di quei fatti, il 25 aprile resta una pietra miliare dell'Italia democratica risorta dalle ceneri della dittatura.

Mercoledì 25 aprile 2018 alle 08:55:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News