Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.30 del 16 Dicembre 2018

Genova saluta Don Andrea Gallo, grande folla per l'addio al "prete degli ultimi"

Fischi al cardinale Angelo Bagnasco durante l'omelia

Genova saluta Don Andrea Gallo, grande folla per l´addio al `prete degli ultimi`

Genova - E' partito pochi minuti fa il corteo dalla Comunità di San Bendetto il Porto diretto alla Chiesa del Carmine dove alle 11.30 si celebreranno i funerali di Don Andrea Gallo. A celebrare le esequie saranno il cardinale Angelo Bagnasco e Don Ciotti. Ad aprirlo i pulcini del Genoa allenati dal nipote. Tamte persone lo stanno accompagnando in questo ultimo viaggio. Il feretro sarà portato in spalla dai ragazzi in spalla. IN cheisa sono previsti il prefetto di Genova, Giovanni Balsamo, il sindaco, Marco Doria, il presidente della giunta regionale, Claudio Burlando oltre a Cristiano De Andrè, Piero Pelù, Gino Paoli, Luca Casarini, Davide Ballardini e Giampiero Gasperini e Dori Ghezzi la compagna di Fabrizio di De Andrè che ha dichiarato: "Ho perso un punto cardinale". Gremita intanto la chiesa che attende l'arrivo del feretro. E' arrivata anche una rappresentanza dello staff del Genoa, squadra del cuore.

11.30
La bara di Don Andrea Gallo è entrata in chiesa accolta da applausi. In cima una sciarpa rossa e il suo immancabile cappello nero oltre alla bandiera della pace. Tanta commozione per il "prete degli ultimi" dalle persone presenti. E' arrivato anche il sindaco Doria. Ha preso il via la funzione celebrata dal cardinale e arcivescovo di Genova Angelo Bagnasco. Fuori dalla Chiesa il presidente della regione Liguria Claudio Burlando

11.45
"Nella sua esperienza sacerdotale Don Andrea Gallo si avvicinava alle persone che soffrivano ridonando la speranza per guardare al domani. La comunità divenne sempre più abbraccio fecondo di chi appariva ai margini e sapeva che la sua era risposta a coloro che sono percossi dalla vita". Con queste parole il cardinal Bagnasco nell'omelia ha voluto ricordare il "prete di strada". Fischi per l'arcivescovo sono arrivati dalle persone presenti all'esterno del sagrato che hanno intonato "Bella Ciao". E' dovuta intervenire la segretaria che ha dichiarato: "Così mancate di rispetto allo stesso Gallo. Lui ha sempre creduto nella Chiesa". Poco dopo il cardinale ha potuto riprendere la funzione.

12.45
Prima della benedizione finale del feretro ha preso la parola Don Ciotti fondatore di Libera e suo grande amico: “Don Gallo era innamorato di Dio e dei poveri e accoglieva tutti oltre che essere fedele alla dottrina della Chiesa, il Vangelo. Ci ha insegnato che la diversità è il sale della vita e non deve diventare avversità, quindi se qualcuno crede di aver imparato tutto, è meglio che cambi strada. Insieme abbiamo condiviso un senso di sana rabbia per la vergogna delle carceri. Voleva che tutti sapessero stare alla tavola dei poveri”.

12.50
Si conclude la funzione con la benedizione del feretro che a braccia viene portato fuori dai cavalli. Un lungo applauso saluta questo momento.

13.10
Fuori dalla chiesa il messaggio del sindaco Doria e di Moni Ovadia. Il primo cittadino dichiara: “Avverto una certa timidezza nel ricordare Don Gallo, parliamo di una figura ricca di tre dimensioni quali prete, cittadino e uomo. Aveva nel cuore la Costituzione e la dignità dell’uomo che doveva essere difesa dalle ingiustizie. Chiedeva come mai esistevano tanti poveri al mondo e sapeva comunicare il suo messaggio agli altri senza gridare". Poi è la volta dell'attore, drammaturgo e compositore italiano: "Don Gallo cercava la giustizia sociale e riusciva ad essere uno e trino. Mi ha insegnato cosa vuol essere compagno e la prima volta che ho detto una preghiera è stato con lui. Sarà capace di risorgere". Il carro funebre poi si allontana dal sagrato con il canto "Bella Ciao" e lo sventolio di bandiere della Pace.

Sabato 25 maggio 2013 alle 13:30:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News