Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 15.30 del 11 Dicembre 2018

Gronda, problemi in vista. Toti: «Progetto in "forse". Genova aspetta da anni, risolviamo la questione»

Gronda, problemi in vista. Toti: «Progetto in `forse`. Genova aspetta da anni, risolviamo la questione»

Genova - «Il contenzioso tra Autostrade e Governo sta facendo tardare il progetto della Gronda. Bisogna capire chi la fa, chi la finanzia e quando comincia il cantiere. Servono risposte, basta perdere tempo». Questo il commento del governatore della Liguria Giovanni Toti a margine dell’avvio dei lavori della Genova Smart Week. Premesse tutt'altro che positive per un'opera che la città aspetta da oltre dieci anni.

I problemi - «Un progetto definitivo c'era: era quello finanziato da Autostrade. Purtroppo dopo l'annunciata revoca della concessione ad Aspi la pratica sta subendo dei rallentamenti, anzi è probabile che venga proprio messa in "forse"». Parole tutt'altro che rassicuranti, anche se su questo fronte le intenzioni del presidente di Regione Liguria suonano decise: «Noi vorremmo sederci a un tavolo e parlare della questione» ha infatti affermato Toti «perché dopo dieci anni di attesa non vorrei dover ricominciare da capo il dibattito sulla Gronda». Un dibattito che - come tutti ben sanno - è stato «già visto e già vissuto, e che non ha portato benissimo a Genova», soprattutto visto e considerato che, ad oggi, l'opera ancora non c'è.

La "Gronda bassa" - Neppure il progetto grillino - il quale prevedrebbe sostanzialmente un semplice raddoppio della A10 - piace particolarmente al governatore, fortemente restio all'idea di dover ricominciare da capo, con un progetto nuovo e nuove prospettive, l'iter della Gronda: «Lo vedo piuttosto azzardato» è stato infatti il suo commento. «È chiaro che se c’è da ritoccare il progetto esistente e migliorarlo nulla quaestio, ma solo in quel caso. Non è né il caso né il momento per ricominciare a pensare a qualcosa di nuovo».
«Piccola, grande, media, alta, bassa, bassissima o altissima Gronda: va tutto bene» conclude Toti «purché si faccia un’infrastruttura che Genova aspetta da almeno un decennio».

Martedì 20 novembre 2018 alle 15:30:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News