Notizie cronaca genova Liguria News Genova Post Sanremo News Riviera Sport Savona News Savona Sport Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 08.10 del 22 Maggio 2018

Il futuro di Forte Begato: tra bed and breakfast e concerti all'aperto

LA RIQUALIFICAZIONE
Il futuro di Forte Begato: tra bed and breakfast e concerti all´aperto

Genova - La riqualificazione dei forti è un punto centrale nel programma che sta cercando di portare avanti la giunta Bucci. L'idea emersa qualche mese fa, che prevedeva il collegamento tra il porto antico e i forti attraverso una funivia, non è fantascienza, ma un progetto che i delegati stanno seguendo attentamente. Tra questi c'è il consigliere comunale al patrimonio Mario Baroni, il quale è pienamente consapevole di avere tra le mani la corona di forti più importante d'Europa.

«Abbiamo avuto modo di visitare e vedere il Puin, Tenaglia, Sperone e sopratutto Begato, il punto fermo da cui vorremo partire - conferma - stiamo parlando di uno spazio che ha 40.000 metri di estensione, un vero e proprio gioiello su cui le amministrazioni ci hanno speso ben 14 miliardi di investimenti: a oggi fuori è una struttura ben tenuta però dentro è devastata».

Baroni precisa che adesso il forte non è più abbandonato, essendo custodito da una persona che se ne occupa. «Nei lavori di pulizia hanno tolto di tutto, infatti dentro è ancora in uno stato di abbandono allucinante: tra finestre rotte, scritte da per tutto e sporcizia. E' un punto panoramico pazzesco - commenta Baroni - da lassù si vede la Francia, la Corsica la Gorgona e l'Elba. C'è il prato che, stando a quanto mi ha riferito l'architetto Tedeschi, è il più grande di Genova».

I forti, indicativamente, distano tra loro circa 3/4 km, il punto centrale sarà collegarli con la viabilità, quindi la prima cosa da fare è rimetterli in ordine e aprirli, cioé pulirli e renderli accessibili al pubblico, poi valuteremo con che mezzi arrivarci. Una volta aperto alla città - prosegue accennando sempre al Begato - cercheremo di farci più iniziative possibili. Il forte ora è aperto solo d'estate nel weekend. Non ha senso che un posto come questo, che potrebbe contenere tantissimi progetti, rimanga inutilizzato.

Tantissimi sono i lavori proposti che chi di competenza sta valutando, come ad esempio quelli di aspetto turistico, «includendo un ostello o un bed and breakfast, o di aspetto sportivo: inserendo un percorso ginnico o di addestramento per i cani, ci può stare dentro anche un incubatore di imprese innovativo e di startup, di musica sfruttando l'anfiteatro che fa parte della struttura, teatro, pittura e scultura. Insomma abbiamo di fronte uno scrigno che Genova deve recuperare. Se riuscissimo - conclude - a metterci dentro gente che ci lavori, tra chi fa da mangiare e lo mantiene, chi ci può dormire con un ostello di 20 posti a 10 euro, offrire la possibilità di bivaccare e fare escursioni, potremmo valorizzare al meglio il gioiello che abbiamo tra le mani».

Mercoledì 15 novembre 2017 alle 09:00:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova
































Uffici redazione: Palazzo Ducale, primo piano del cortile maggiore
Piazza Matteotti 9, 16123, Genova - tel. (+39) 010 8935042 fax (+39) 010 8934973

Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News