Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.00 del 19 Novembre 2018

Il pusher otteneva il permesso di soggiorno grazie a due imprenditori

Attestavano un rapporto di lavoro inesistente

TUTTI A GIUDIZIO
Il pusher otteneva il permesso di soggiorno grazie a due imprenditori

Genova - I finanzieri del Comando Provinciale di Genova, hanno denunciato, a piede libero, due piccoli imprenditori genovesi di 57 e 26 anni e un albanese di 38 anni per il reato di falso.

Permesso di soggiorno - Il 38enne, secondo la ricostruzione da parte delle fiamme gialle, ha utilizzato le false buste paga e le false lettere di assunzione per richiedere il rinnovo del permesso di soggiorno alle Autorità competenti. I due imprenditori sono stati denunciati anche per aver favorito la permanenza irregolare di uno straniero sul territorio nazionale, in contrasto con la normativa vigente compendiata nel cd. “Testo Unico sull’immigrazione”. Le verifiche sono scattate lo scorso novembre, quando l’albanese è stato arrestato nell’ambito di un’operazione antidroga del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Genova, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia e Antiterrorismo, per il traffico internazionale di 77 chili di cocaina, spediti dal Sudamerica nel porto di Genova, a mezzo container. La Procura della Repubblica di Genova ha rinviato a giudizio i tre soggetti denunciati dalle fiamme gialle genovesi.

Giovedì 8 novembre 2018 alle 11:00:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News