Città della Spezia Liguria News Genova Post Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 19.45 del 15 Ottobre 2018

Il ritorno al mare dei 5 esemplari di tartaruga Caretta caretta

Un bagno di folla per lo speciale evento del ritorno al mare di Zelda, Ariel, Tosca, Ciliegia e, ultima arrivata, Primavera

BENTORNATE IN MARE
Il ritorno al mare dei 5 esemplari di tartaruga Caretta caretta

Genova - Un vero bagno di folla per i cinque gli esemplari di tartaruga marina della specie Caretta caretta – le quattro già annunciate Zelda, Ariel, Tosca, Ciliegia cui si aggiunge l’ultima arrivata Primavera – che nel corso della mattinata di oggi sono tornate al mare dopo il periodo di ospedalizzazione e cure presso l’Acquario di Genova.

L’evento pubblico presso il tratto di lido demaniale in uso all’Esercito Italiano in Corso Italia è stato organizzato in collaborazione con la Capitaneria di Porto, da sempre accanto all’Acquario di Genova nell’attività di recupero di questi animali in difficoltà e di successivo rilascio, il nucleo Carabinieri Cites di Genova, che coordina l’applicazione della Convenzione di Washington che tutela anche questi animali, l’Esercito Italiano, che ha concesso l’uso della spiaggia per l’evento, e la Fondazione Acquario di Genova Onlus.

All’evento sono intervenuti il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, l’Assessore all’Ambiente e tutela del Territorio della Regione Liguria Giacomo Giampedrone, l’Assessore all’Ambiente del Comune di Genova Matteo Campora, il Capo Servizio Operazioni Reparto Operativo della Direzione Marittima di Genova Capitano di Corvetta Nicola Stasi, il Comandante del nucleo Carabinieri Cites di Genova Capitano Gordon Cavalloni, il Direttore Scientifico e dei Servizi Veterinari dell’Acquario di Genova Claudia Gili, il Presidente della Fondazione Acquario di Genova Onlus Nicola Costa.

In un’ottica interregionale, vanno citati l’Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana e l’Osservatorio Toscano per la Biodiversità di Regione Toscana che hanno affidato la tartaruga Tosca all’Acquario di Livorno in prima battuta e in un secondo momento all’Acquario di Genova. Si ringrazia anche la Regione Toscana con cui gli Acquario di Genova e Livorno collaborano ormai da anni non solo per le tartarughe marine ma anche per i Cetacei.

L’evento, in linea con la mission dell’Acquario di Genova, ha l’obiettivo di sensibilizzare ed educare il pubblico alla conservazione, alla gestione e all’uso responsabile degli ambienti acquatici attraverso la conoscenza e l’approfondimento delle specie animali e dei loro habitat.

Prima del ritorno al mare degli esemplari, il pubblico li ha potuti vedere da vicino e, attraverso il racconto degli esperti, conoscerne la storia e scoprire l’attività di recupero, cura e rilascio che viene svolta dall’Acquario in collaborazione con i soggetti coinvolti nell’evento per la tutela delle tartarughe marine. Il tratto di lido demaniale che ospiterà l’evento non è dotato di accesso per disabili.



Durante l’evento il pubblico ha inoltre conosciuto i progetti di salvaguardia e conservazione di tartarughe e testuggini condotti dalla Fondazione Acquario di Genova Onlus, tra cui il progetto della tartaruga palustre endemica della Liguria Emys orbicularis ingauna e potrà contribuire con una donazione volontaria.


“Oggi festeggiamo un evento lieto e una storia che ci racconta della fruttuosa collaborazione tra Istituzioni e soggetti privati che collaborano per la protezione dell’ambiente e in questo caso di specie protette come le tartaruge marine “Caretta caretta”. Il nostro plauso va a tutti i soggetti che hanno consentito l’intervento di recupero e di salvataggio delle tartarughe e in primis all’Acquario di Genova che è il referente istituzionale per Regione Liguria per l’ospedalizzazione delle Caretta caretta, in base ad un accordo Stato-Regio - ha dichiarato l'assessore regionale alla Difesa del Suolo Giacomo Giampedrone - Un riconoscimento importante di cui siamo orgogliosi che ci fa riflettere su quanto l’ambiente sia fondamentale per la salvaguardia della vita e anche per la promozione turistica. Come Regione Liguria e come assessore all’Ambiente mi preme sottolineare il grande lavoro compiuto per la difesa e la protezione del suolo in un territorio molto fragile e con numerosi problemi idrogeologici. Un lavoro che è stato confermato anche dal prestigioso riconoscimento ricevuto nei giorni scorsi dalla FEE, la Foundation for Environmental Education che ha assegnato alla Liguria 27 bandiere blu, collocandoci sul gradino più alto del podio, come l’anno scorso. Un premio importante frutto di una qualità ambientale e delle acque di cui il turismo può usufruire e che ribadisce il ruolo chiave che abbiamo svolto nel sostenere l’avanzamento degli interventi di depurazione delle acque - ha proseguito - Tutto questo però non ci basta: è fondamentale fare un passo avanti ogni giorno, anche nei confronti delle giovani generazioni, per informare sull’importanza della sostenibilità ambientale e sulla sensibilizzare ai cambiamenti climatici, operando attraverso azioni di mitigazione. La nostra presenza qui oggi ci parla anche dell’importanza di operare contro le estinzioni, difendendo le specificità degli animali che contribuiscono a mantenere l’intero ecosistema. Come ci ha recentemente ricordato il Premio Nobel per la Pace e grande climatologo ricevuto a Portofino, Nigel Tapper. Allora un grande in bocca al lupo a Zelda, Ariel, Tosca, Ciliegia e Primavera per il nuovo viaggio che stanno per compiere”.

“Sono particolarmente soddisfatto di rappresentare il Comune di Genova a questo importante appuntamento – sottolinea l’assessore all’ambiente Matteo Campora – L’Acquario è una risorsa non soltanto dal punto di vista turistico per la città, ma consente con le sue iniziative e la sua preziosa attività scientifica di divulgare una sensibilità ambientale non soltanto tra le giovani generazioni. Come assessore all’ambiente ritengo che questo ruolo sia cruciale per Genova e per la Liguria: far crescere una consapevolezza su queste tematiche risulta decisivo per affrontare al meglio le criticità presenti sul nostro territorio”.

Sabato 12 maggio 2018 alle 20:15:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova

































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News