Genova Post La Voce del Tigullio Città della Spezia La Voce Apuana
LA REDAZIONE
telefono redazione 010 8935042
fax redazione 010 8934973
Ultimo aggiornamento ore 20.15 del 22 Novembre 2019

Il trenino di Casella compie 90 anni: in programma una grande festa

Sono andati sold out i biglietti per l'andata e il ritorno

ferrovia genova-casella
Il trenino di Casella compie 90 anni: in programma una grande festa

Genova - Sono andati completamente sold out i treni del mattino e del ritorno per Casella in occasione della festa per i 90 anni della storica ferrovia Genova-Casella. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti armato di fischietto da ferroviere stamani alla stazione di piazza Manin ha dato il via al primo viaggio.

Valorizzazione - Il governatore ligure presente alla partenza sottolinea: «Ogni treno che parte significa un viaggio nello spazio e nel tempo, verso il futuro. Quando fu inaugurato il Trenino di Casella era il 1929 e il mondo stava sprofondando in una terribile crisi economica. Fu il simbolo di una città e una regione che non si arrendevano al destino. Oggi festeggiamo i 90 anni da quel primo viaggio. Grazie al lavoro di tanti, sostenuto dalla Regione, dal 2016 quel treno è tornato a percorrere le nostre bellissime valli, regalando paesaggi ed emozioni straordinarie. Questo compleanno e questo viaggio rappresentano anche oggi il simbolo di una città e di una regione che non si è arresa alla tragedia dello scorso anno, ma è stata capace di ripartire. E neppure l’Italia deve arrendersi mai». Successivamente ha preso la parola il vice sindaco e assessore alla mobilità Stefano Balleari: «La ferrovia Genova-Casella è un grande simbolo della nostra città. Il trenino dimostra che il modo di muoversi nella nostra città è completo perché si aggiunge agli autobus, agli ascensori, alle cremagliere, alla navebus e naturalmente alla metropolitana, abbiamo una quantità di infrastrutture per muoverci davvero particolare».

Trasporti - «Novant’anni sono un traguardo importante - aggiunge l’assessore ai Trasporti e al Turismo di Regione Liguria Gianni Berrino - che siamo felici di celebrare insieme ai genovesi e a tutti coloro che oggi hanno voluto partecipare a questa festa. In questi ultimi anni abbiamo riportato il trenino all’antico splendore, garantendone al contempo il rinnovamento tecnologico anche grazie ai 18 milioni di euro stanziati dalla Giunta nell’ambito della nuova convenzione con il ministero dei Trasporti. Il nostro sguardo è rivolto al futuro - conclude Berrino - con la proroga al 2025 del contratto di servizio con AMT per garantire il mantenimento di questa infrastruttura, che regala scorci e panorami mozzafiato e richiama ogni anno migliaia di turisti, anche stranieri, alla scoperta del nostro bellissimo entroterra».

Simbolo - «Genova e i genovesi celebrano i 90 anni del Trenino di Casella. Un simbolo che incarna il passato glorioso della nostra città pronto a regalarsi un futuro ancora più bello. Il trenino in questi novant’anni ha dimostrato di rivestire un ruolo fondamentale per Genova: sia come mezzo di trasporto per i tanti pendolari sia per i turisti che decidono di andare a visitare le meraviglie del nostro entroterra», dichiara Marco Bucci, sindaco di Genova.

Entroterra - «Auguri trenino, 90 anni sono una gran bella età, un bel traguardo per lo storico trenino di Casella che svolge un ruolo importantissimo per il trasporto pubblico locale quale collegamento tra la nostra Valle la Valle Scrivia e la Valbisagno - è l’augurio espresso dal Sindaco di Serra Riccò, Angela Negri - La sua funzione dunque non è solo quella di attrattiva turistica ma fondamentale per il trasferimento dalla nostra valle al centro città. Sarebbe bello fosse ripristinata la stazione di Orero più fruibile dai nostri cittadini ma siamo grati a Regione Liguria per gli stanziamenti che hanno permesso di riattivare la linea nel 2016 e auspichiamo che il Governo attraverso i finanziamenti programmati nel piano nazionale sicurezza ferrovie non interconnesse la renda sempre più attiva e sicura». «Festeggiare oggi questo compleanno rappresenta una scommessa vinta, perché la ripartenza del trenino è stata fortemente voluta da tutti: amministrazioni, gestore, volontari e, soprattutto comunità attraversate dalla ferrovia - dichiara Armando Sanna, sindaco di Sant’Olcese - Per i santolcesini questo compleanno va ben oltre ai novant'anni. Più di un secolo fa infatti i nostri concittadini stavano già lottando per modificare il progetto originale, che escludeva parzialmente Sant'Olcese dal percorso della ferrovia. Un'altra scommessa vinta, una scelta vincente, visto che il trenino rappresenta soprattutto per il nostro Comune un mezzo di trasporto pubblico fondamentale, oltre che uno straordinario veicolo di promozione turistica». «L'Amministrazione di Casella ha accolto con entusiasmo l'invito di Regione Liguria, che ringraziamo, a collaborare all'organizzazione del compleanno per i 90 anni del trenino che collega il centro di Genova con l'entroterra anche perché uno degli obiettivi dei neoeletti e del sottoscritto è il rilancio di Casella sia come destinazione per giornate lontano dalla città sia come nuova meta residenziale - sottolinea Francesco Collossetti, Sindaco di Casella - Per il futuro l'intenzione è quella di organizzare eventi ai quali partecipare arrivando a Casella proprio utilizzando il trenino così come per il ritorno in città, contando anche sulla collaborazione, come avvenuto per l'appuntamento del 1° settembre, dei negozianti e dei ristoratori che, in questa occasione, hanno contribuito a vestire a festa le vie del paese e predisposto menù ad hoc per chi parteciperà alla festa per il compleanno del trenino», conclude.

Raccordo tra vali - «La ferrovia ha 90 anni ma è proiettata nel futuro; come tanti anziani di oggi è al passo con i tempi, aperta e disponibile alle nuove tecnologie. Continuiamo a introdurre nella Genova-Casella soluzioni innovative, nella manutenzione, nelle attività commerciali, nelle attività di controllo. Grazie ai finanziamenti di Regione Liguria, abbiamo poi un corposo programma di investimenti per la sicurezza. La immagino come un ponte, un raccordo tra i mezzi in uso quasi un secolo fa e le tecnologie attuali - prosegue Marco Beltrami, Amministratore Unico di Amt - Il suo fascino risiede in questa continuità e nelle bellissime località che collega. Deve sempre più diventare un’attrazione distintiva della città e del territorio che attraversa, senza però dimenticare il valore che ricopre come servizio di trasporto per i residenti delle valli genovesi».

Viaggio - Il trenino attraversa le valli Bisagno, Polcevera e Scrivia e per l’occasione i comuni interessati dal percorso, Sant’Olcese, Serra Riccò e Casella, capolinea del convoglio, hanno preparato alcuni stand per far conoscere a chi viaggerà sul convoglio le bellezze tipiche dei territori genovesi.

Domenica 1 settembre 2019 alle 11:15:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA


Notizie Genova


































Per la tua pubblicità su Genova Post sfoglia la brochure

Privacy e Cookie Policy

Liguria News